Il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha parlato alla vigilia della Finale di Tim Cup tra Lazio e Atalanta. 

Come arriva la squadra? "Abbiamo fatto una buona partita, a Cagliari, vincendo meritatamente. Domani sera sarà molto molto importante, è una partita secca. Ci siamo incontrati dieci giorni fa con l'Atalanta, sarà una bellissima gara. Vorrò vedere la mia squadra unita e compatta, per fare in modo di non avere cali di tensione o errori individuali che contro i nerazzurri possono essere letali".

Sulla valutazione di una stagione. "È una partita importantissima, la giochiamo nel nostro stadio, davanti ai nostri tifosi. Ci sono giocatori che han già giocato partite importanti, ci dobbiamo arrivare molto lucidi, consapevoli di noi stessi".

Sulla Europa League. "È un motivo in più per fare una grande partita, i ragazzi sanno che abbiamo due strade per andare in Europa. Questa è la più semplice, perché è secca, poi avremo altre due partite ma per ora pensiamo solo a questo obiettivo".

Sulla finale a sorpresa. "L'ho detto anche a Mattarella, queste due squadre forse non erano indicate come le favorite. Obiettivamente bisogna dire che la cavalcata di Atalanta e Lazio è stata entusiasmante in questa Coppa Italia, speriamo vinca la Lazio".

Su Banti. "È una designazione che mi soddisfa molto, credo se la sia meritata sul campo. Poi è normale che si possano avere dei precedenti con un arbitro o un altro, me lo ricordo bene contro il Parma che abbiamo vinto, nella penultima a Genova abbiamo perso... quando ci sono tante sfide è normale avere qualche motivo di scontro".

Sull'Atalanta. "Dovremo fare tanta attenzione. Abbiamo giocato due volte e perso due volte, negli altri anni avevamo quasi sempre vinto noi. Quella di due settimane fa ci ha insegnato molte cose, giochiamo contro un'ottima squadra, con un grande allenatore, sta facendo cose straordinarie. Quello che più conta sarà la leggerezza dei ragazzi. Dovranno essere tranquilli, io sono fiducioso e sereno. Magari non basteranno i 90 minuti, come contro l'Inter nei quarti".

Su Immobile. "Ha le stesse chance di Correa e Caicedo. Ho tre attaccanti che stanno molto bene... Il rincalzo sarà quello dei tre che andrà inizialmente in panchina, perché uno dei tre poi entrerà. Però anche a centrocampo uno fra Milinkovic e Parolo va in panchina, uno fra Romulo e Marusic anche... dovremo essere uniti, se questo avverrà avremo molte possibilità di prendere il trofeo".

Sul futuro alla Lazio. "Non credo si debba decidere da un'unica partita. Deciderò con la società, vedremo il da farsi".

Su Gasperini. "Gli vanno fatti i complimenti, è un ottimo allenatore, ha una fisionomia precisa di squadra. Tante cose le ho viste da lui o da altri che ho avuto. Poi ognuno ha le proprie idee, ho adottato i miei accorgimenti".

Sezione: Altre news / Data: Mar 14 Maggio 2019 alle 18:00 / Fonte: Andrea Losapio
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print