Carnesecchi 6,5 - È forse il vero protagonista del primo tempo: due interventi decisivi, prima sul piattone di Thorsteinson, poi sul diagonale di sinistro di Gudjohnsen. Dopo l'intervallo si distende su Thordarson, nel finale tutto fila liscio.

Del Prato 6,5 - Prestazione di livello, specie in contenimento: balla ma non demorde su Thorsteinsson nel primo tempo, e raccoglie i frutti nella ripresa. Chiude in crescendo: è una risorsa per questa Under 21.

Gabbia 6 - Non è sempre puntuale nelle chiusure preventive in collaborazione con Ranieri, merito anche di un'Islanda che sa fraseggiare nello stretto. Qualche indecisione senza conseguenze nella prima metà, poi migliora, anche grazie al calo fisico degli avversari.

Ranieri 5,5 - Nei momenti di massima pressione degli islandesi è quello più in difficoltà: sbanda su Finnsson, che per sua fortuna sbatte sul palo, consentendogli di rimediare con una chiusura da terra. Rischia in qualche altra occasione, anche lui cresce nel finale.

Sala 6,5 - Cavalca sulla sinistra e garantisce spinta propulsiva, grazie anche alla maggiore accortezza sul fronte opposto di Del Prato. Nel primo tempo impegna Gunnarsson con un sinistro violento, a ridosso del novantesimo propizia il raddoppio di Cutrone con un cross chirurgico.

Maggiore 5,5 - Una serata in chiaroscuro nel centrocampo a tre disegnato da Nicolato. Un po' di timidezza che ne ostacola le iniziative, geometrie non sempre ineccepibili. Nel finale di partita lascia il posto a Zanellato. (Dall'80' Zanellato s.v.).

Carraro 6 - Elegante in cabina di regia, smista senza eccessivi virtuosismi e prova a garantire l'equilibrio nella doppia fase. Un lavoro spesso sottotraccia, che però giova alla squadra. (Dal 90' Esposito s.v.).

Locatelli 6,5 - Salita in cattedra prepotente, dopo un primo tempo scolastico. Prende per mano la squadra e alza il raggio d'azione: in veste di rifinitore convince, e regala qualche giocata di pregevole fattura.

Sottil 7 - Nel primo tempo è lui lo spauracchio della difesa islandese: mix di tecnica e rapidità che mette in crisi la catena di sinistra opposta. Bravo e fortunato a trovare il vantaggio: sulla torre un po' casuale di Pinamonti, scivola alle spalle di Gunnarsson e in spaccata fa uno a zero. (Dal 68' Adjapong 6 - Subito in partita, intensità e corsa al servizio del collettivo).

Pinamonti 6 - In una prima metà in cui sembra un po' patire la fisicità dei due centrali islandesi estrae dal cilindro l'assist - che nelle intenzioni era verosimilmente una conclusione in porta - per il colpo in estirada di Sottil. Battagliero nella ripresa, ma combina poco. (Dall'80' Scamacca 6,5 - Serve un bell'assist a Cutrone).

Cutrone 7,5 - Le mansioni dell'esterno d'attacco non sembrano compatibili con le sue caratteristiche: lui, però, non ci pensa e come spesso accade si esalta nella lotta. Il gol di Sottil ha origine da una sua gran giocata sulla sinistra. Si divora il bis subito dopo l'intervallo, ma si rifà con la doppietta-show allo scadere.

Sezione: Il Pagellone / Data: Sab 16 Novembre 2019 alle 21:25
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print