Nel corso della lunga intervista rilasciata a TyC Sports, Alejandro Gomez ha parlato anche del suo futuro all'Atalanta: "Mi restano tre anni di contratto, a febbraio ne farò 33. Sicuramente voglio continuare a vivere qui a Bergamo, sto molto bene, e avere un posto nel club in futuro".

Cosa vi aspetta in questa Champions League?
"L'anno scorso siamo stati una sorpresa, ma ora ci siamo fatti un nome anche in Champions League e possiamo rendere la vita difficile a qualsiasi squadra. Sappiamo di rischiare qualcoa col nostro gioco, ma abbiamo ottenuto risultati andando all'attacco. Portiamo tanta gente in area e abbiamo le qualità per segnare tanti gol".

Come sta Ilicic?
"Ha avuto il Covid e ha sofferto molto, è andato in depressione. Arriva un momento in cui la testa ti esplode. Per fortuna ha recuperato e sta bene, lui è importantissimo per noi".

Il tuo futuro è ancora all'Atalanta?
"Mi restano tre anni di contratto, a febbraio ne farò 33. Sicuramente voglio continuare a vivere qui a Bergamo, sto molto bene, e avrò un posto nel club in futuro".

Che sensazioni hai provato?
"Sono stato lontano tre anni, per me tornare è stato spettacolare perché non è facile alla mia età. Mi sarebbe piaciuto molto giocare qualche minuto, ma è andata così. Con l'Ecuador ci sarebbe stata l'opportunità, ma il ct ha deciso così".

C'era anche Messi. Come l'hai visto?
"L'ho visto molto felice. Se lui è contento, lo siamo tutti. Sappiamo quello che ha vissuto in questi mesi a Barcellona, sicuramente non è felice di come sta giocando la squadra".

Dove può arrivare l'Argentina?
"Questo gruppo di giocatori deve giocare 30 o 40 partite insieme. L'Argentina ha l'obbligo di arrivare almeno ai quarti di finale in un Mondiale. Non siamo la Germania, ma quando ci si può allenare per tre o quattro anni con lo stesso tecnico le cose migliorano ed è quello che sta accadendo con Scaloni".

Sezione: Altre news / Data: Mar 27 ottobre 2020 alle 12:16
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print