"Il Governo pronto a varare altro deficit per 1-1,5 punti di Pil", titola stamattina Il Sole 24 Ore. Decreto Aprile, Consiglio dei ministri tra domani e giovedì per la nuova relazione sul disavanzo extra. Il provvedimento parte da 25-30 miliardi ma nel Governo cresce il pressing per salire ancora.

Per le decisioni (eventuali) dell’Eurogruppo bisognerà aspettare il 7 aprile. Ma il calendario italiano per avviare la macchina del nuovo decreto con gli interventi a sostegno dell’Economia è più stretto - si legge stamattina sul quotidiano economico -. E guarda al Consiglio dei ministri che domani o giovedì, al netto di eventuali accelerazioni, dovrà chiedere nuovo deficit al Parlamento. Quanto? Al ministero dell’Economia si valuta un disavanzo aggiuntivo da 1-1,2 punti di Pil, quindi fra i 18 e i 22 miliardi per un decreto che sfruttando una quota dei fondi europei non impegnati potrebbe arrivare vicino ai 30 miliardi. Ma nel governo un’intesa di massima su dimensioni e modalità degli interventi va ancora trovata nella dialettica tesa fra Palazzo Chigi. Perché non mancano spinte a far crescere ulteriormente i numeri, per attestare il solo deficit vicino ai 30 miliardi (cioè intorno all’1,5% del Pil) e portare sopra quella quota il valore complessivo del decreto.

Sezione: Altre news / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 13:15 / Fonte: Politica News
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print