13.15 - Tra pochi minuti Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta, interverrà all'interno della sala stampa del 'centro sportivo Bortolotti' di Zingonia per analizzare la vigilia del match contro la Sampdoria. 

13.30 - È iniziata la conferenza stampa del tecnico orobico. 
Come si fa a passare da un impegno come quello in Danimarca al match di domani?
"È un impegno oneroso anche perché ci sono poche ore, ma è tipico di tutte le squadre impegnate nelle coppe e con tanti giocatori in nazionali. È una prova di resistenza e di adattamento da parte dei giocatori. Dobbiamo passare velocemente da una gara all'altra. Ci saranno anche Ajax e Liverpool, dobbiamo essere bravi".

 
Ci potrebbe essere un po' di turnover?
"Siamo nel vivo sia del campionato che della Champions, la partita con l'Ajax sarà importante. Vincere con gli olandesi ci darebbe una posizione di vantaggio importante. Siamo a novembre, abbiamo fatto diversi allenamenti e abbiamo giocato diverse partite: Hateboer e Gosens giocano molto, bisogna accelerare l'inserimento dei nuovi. Davanti abbiamo molte scelte, a centrocampo e in difesa ci conosciamo meglio, sulle corsie esterne è chiaro che bisogna inserire nuovi elementi". 

Zapata e Muriel?
"Rispetto lo scorso anno è cambiata la disponibilità di Zapata, poi per un po' di tempo non abbiamo avuto Ilicic. C'erano meno alternative in attacco. Muriel è stato determinante a gara in corso. Quest'anno siamo partiti con Josip ancora da recuperare, Lammers è arrivato all'ultimo momento: siamo andati sul sicuro, sono partito dai giocatori che conoscevo". 
Come sta Malinovskyi? Tra Lammers e

Miranchuk chi è più pronto?
"È più pronto Lammers, ha fatto anche due gol e ha giocato di più. Vediamo se sarà disponibile oggi. Miranchuk ha fatto un bellissimo esordio, ma è più un giocatore che entrerà a gara in corso. Malinovskyi sta meglio, è comunque a disposizione". 

Che gara si aspetta?
"Tutte si sono rinforzate, ci aspettiamo un campionato più equilibrato. Nessuna si è indebolita. Lo scorso anno è stata una partita dura con tanti falli, con tante proteste inutili ed eccessive, mi aspetto una partita altrettanto dura". 

Miranchuk?
"È un giocatore in definizione, cerchiamo di conoscerlo al meglio per poterlo mettere nelle giuste condizioni. Lo abbiamo visto pochissimo, è diverso quando giochi 90'. Peccato per questo mese, poteva essere molto utile per il suo adattamento, ma non abbiamo nessuna fretta". 

Come valuta i numeri?
"Ognuno ha le sue interpretazioni, poi i numeri si possono vedere in tanti modi. Mi dispiace per l'infortunio di Caldara, non potevamo più rimediare. Siamo certi degli altri che abbiamo. Abbiamo Sutalo, che in campionato può darci una mano". 

A Napoli c'è stato un incidente di percorso?
"Può capitare di perdere male, con una frequenza così alta di partite non possiamo guardarci indietro. Dobbiamo apprendere dagli errori, dobbiamo cercare di correggere il tiro. È una costante per tutte le squadre, è un impegno difficile per chi gioca le colpe, non è facile presentarsi con le stesse condizioni. Oggi se non hai una percentuale alta della condizione ogni partita diventa difficile. Quest'anno il campionato sarà ancora più difficile, si è alzato il livello delle squadre". 

L'esperienza può essere un fattore in più?
"Quagliarella è un bell'esempio di longevità, si è curato sempre bene. L'esperienza da sola non vale senza condizione atletica. Ci sono anche giovani di assoluto valore, è normale che le società puntino sui talenti". 

Un commento sul Papu Gomez e sulle prestazioni di De Roon?
"De Roon? Gioca più di tutti, questo è il mio modo di elogiarlo. Il Papu? Gli aggettivi sono finiti. Entrerà anche lui nelle rotazioni, anche se per lui è sempre meglio giocare che allenarsi".

Sezione: Zingonia / Data: Ven 23 ottobre 2020 alle 13:51
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print