È notizia di ieri che a Gian Piero Gasperini è stata contestata una condotta offensiva nei confronti di un ispettore antidoping durante un controllo a sorpresa. Una violazione - scrive oggi il Corriere dello Sport - equiparata alla mancata collaborazione nella procedura del prelievo. L'interruzione di un test in corso, spiega il quotidiano, prevede una sanzione che va da un minimo di una nota di biasimo ad un massimo di sei mesi di squalifica. Per fortuna dei nerazzurri l'intervento del medico sociale ha contribuito a completare il prelievo delle urine, altrimenti i guai per il giocatore che si stava sottoponendo al test sarebbero stati di ben altra portata.

Sezione: Altre news / Data: Mer 14 aprile 2021 alle 09:28
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print