Da ieri, 4 maggio, è iniziata la Fase 2 per il Paese e anche per il calcio. Dopo alcune polemiche a livello politico, i club di Serie A possono aprire i cancelli ai propri tesserati, su base individuale. Dopo Sassuolo e Lecce, primi club ad accogliere i propri calciatori, per gli allenamenti individuali, a chi toccherà oggi? Ecco un quadro completo delle 20 società del massimo campionato.

ATALANTA
Gli allenamenti individuali a Zingonia riprenderanno oggi: tutti gli atleti che vorranno allenarsi individualmente avranno la possibilità di utilizzare i campi di Zingonia. Il comunicato è arrivato in serata e tutti i calciatori della rosa avranno a disposizione soltanto i terreni di gioco: gli altri locali del centro sportivo Bortolotti rimarranno chiusi, almeno per il momento. Qui tutti i dettagli.

BOLOGNA
Da martedì 5 maggio, quindi da oggi, i giocatori della prima squadra avranno la facoltà di proseguire l’attività individuale di mantenimento anche sui campi del centro tecnico N. Galli. Sarà dunque consentito agli atleti esclusivamente l’accesso ai campi, nel rispetto delle norme di distanziamento, mentre spogliatoi, palestra, uffici e tutti gli altri ambienti resteranno chiusi. Non saranno presenti l’allenatore e i collaboratori tecnici. 

BRESCIA
Nessuna decisione ufficiale sulla ripresa degli allenamenti. Dopo la circolare diramata dal Viminale - la quale prevede la ripresa degli allenamenti individuali per gli sport di squadra -, le Rondinelle hanno preso tempo e non hanno ancora deciso quando riprendere le attività. I lombardi hanno iniziato da questo pomeriggio a sottoporre i propri calciatori ai test propedeutici alla ripresa. Su questo punto, però, ancora nessuna decisione è stata presa: tutti i calciatori svolgeranno le visite, che dopo oggi proseguiranno anche nei prossimi giorni.

CAGLIARI
C'è il via libera da domani agli allenamenti individuali nei centri sportivi della Sardegna da parte del presidente della Regione Christian Solinas, ma neanche oggi la squadra rossoblù non sarà ad Asseminello. La situazione potrebbe sbloccarsi da un giorno all'altro, ma la linea del club è chiara: prima di riprendere le sedute occorre aspettare un protocollo o almeno regole certe a tutela della salute e della sicurezza di giocatori e staff. 

FIORENTINA
A partire da domani i calciatori della prima squadra e i componenti dello staff tecnico e dello staff sanitario saranno sottoposti a test sierologico e tampone per identificare i soggetti che hanno contratto infezione da Covid 19. In ottemperanza alle linee guida fornite dal Ministero dello Sport, verranno successivamente sottoposti a test medici specifici e dal giorno venerdì 8 maggio sarà consentito, ai calciatori della prima squadra che ne faranno richiesta, lo svolgimento dell’attività sportiva individuale.

​​​​​GENOA
Nessuna ripresa degli allenamenti, almeno per ora, in casa Genoa. Ieri il centro sportivo Signorini è rimasto chiuso e lo stesso avverrà oggi. La società rossoblù infatti, come per altri club,prima di riprendere gli allenamenti, anche singolarmente, attende la definizione del protocollo sanitario ufficiale. Il club di Enrico Preziosi è comunque pronto a ripartire in qualunque momento avendo già eseguito tutte le sanificazioni necessarie all'interno del centro sportivo Signorini.

HELLAS VERONA
La società si è arrivata per garantire il rispetto scrupoloso del protocollo sanitario, evidentemente a tutela della salute dei propri tesserati. La data di inizio delle sedute individuali allo Sporting Center ‘Paradiso’ di Peschiera verrà quindi comunicata a procedure ultimate. 

INTER
L'Inter riprenderà gli allenamenti mercoledì o al massimo giovedì. Il club nerazzurro, che aveva inizialmente previsto la riapertura di Appiano Gentile oggi, svolgerà invece i controlli medici ai giocatori seguendo le linee guida diffuse oggi dal Governo e, una volta ultimate, riprenderà l'attività nel centro sportivo. L'Inter vorrebbe riprendere gli allenamenti mercoledì o al massimo giovedì se non si riusciranno a ultimare i controlli oggi.

JUVENTUS
La Juventus ha richiamato tutti i giocatori attualmente all'estero e già oggi dovrebbero iniziare gli allenamenti: i calciatori potranno lavorare solo singolarmente, alla presenza di un medico e un preparatore. Potranno farlo tutti coloro che sono già a Torino, compreso Pjanic che giusto domenica ha completato i quattordici giorni di isolamento obbligatori in Italia per chi arriva dall’estero. È in arrivato anche Cristiano Ronaldo, già oggi dovrebbe essere a Torino per rimettersi a disposizione del club. 

LAZIO
Tra i club mediatamente più attivi per la ripresa, i biancocelesti dovrebbero ripartire mercoledì. Ma, come ha spiegato Tare, aspettano i test: "Sicuramente prima della ripresa dovremo fare i test sierologici. Prima era uscita un'ordinanza per riprendere l'attività il 6, ora si potrà fare già da domani. Se riusciremo faremo qualcosa domani (oggi, ndr), ma prima servono i test".

LECCE
Subito dopo il Sassuolo, anche i giallorossi di Liverani hanno ripreso a lavorare individualmente e facoltativamente al Via del Mare. I giocatori hanno utilizzato solo il manto erboso e la pista di atletica rispettando le norme di distanziamento sociale. I salentini sono stati tra i primi a riprendere tra le squadra di Serie A.

MILAN
Tutti i giocatori del Milan che hanno viaggiato all’estero durante il periodo di lockdown in Italia, sono rientrati ormai da qualche giorno, rispettando la disposizione della società. Gli unici due giocatori ad oggi ancora fuori dall’Italia sono Zlatan Ibrahimovic e Franck Kessie. Ma prima di riprendere con gli allenamenti a Milanello in modo individuale, il Milan dovrà completare lo screening previsto dal protocollo medico sportivo, che in queste ore è in fase di approvazione. Oggi dovrebbero iniziare i test per i giocatori e lo staff, poi entro giovedì o venerdì potrebbero cominciare gli allenamenti. 

NAPOLI
Il club di De Laurentiis farà effettuare ai calciatori un ciclo di 2 tamponi: il primo tra oggi e domani, il secondo invece a distanza di 24-36 ore. Con ogni probabilità il ritorno a Castel Volturno ci sarà non prima di giovedì-venerdì ed i calciatori - con orari diversi per distribuire l'utilizzo sui 3 campi disponibili - arriveranno al centro già cambiati, pronti per allenarsi, in modo da non usare gli spogliatoi ed andranno via subito dopo la seduta. Per quanto riguarda i giocatori, sono tutti a disposizione visto che il Napoli nella fase critica non ha permesso agli stranieri di far ritorno al paese d'origine.

PARMA
Il club, tramite il proprio sito, ha comunicato che dalla questa settimana gli atleti della prima squadra potranno avvalersi, su base volontaria, dell’opportunità di utilizzare il Centro Sportivo di Collecchio per attività motoria individuale, previo rispetto del protocollo sanitario e del regolamento di utilizzo elaborato in collaborazione con i medici del Club.

ROMA
La Roma si prepara alla ripresa e nella giornata di ieri sono iniziate le visite mediche a Trigoria che continueranno fino a mercoledì. Giovedì poi via agli allenamenti individuali. Il primo ad arrivare al centro sportivo è stato il portiere spagnolo Pau Lopez.

SAMPDORIA
La Sampdoria ha diramato un comunicato ufficiale sul proprio sito web relativo alla ripresa degli allenamenti. "A partire dal 6 maggio 2020 - si legge - sarà consentito ai calciatori della prima squadra solo lo svolgimento facoltativo di attività sportiva individuale presso il centro sportivo “Gloriano Mugnaini” di Bogliasco".

SASSUOLO
Prima squadra ad iniziare gli allenamenti, secondo un programma che scagliona i giocatori dalla mattina fino alle 15: mai più di due su ognuno dei tre campi, docce e palestre chiuse, si arriva da soli in tuta e si torna a casa per la doccia, anche l'acqua da bere viene da casa. Presenti al centro sportivo solo un medico e un preparatore del club "In questa fase, sostituiamo semplicemente il Parco, potenziale pericolo anche per i tifosi, con il centro sportivo", spiega Carnevali.

SPAL
In seguito alla possibilità di riprendere gli allenamenti di squadra dal 18 maggio prossimo, la SPAL si sta preparando in vista di un eventuale ritorno in campo della Serie A e lo sta già facendo da diversi giorni. Già dall'inizio della scorsa settimana infatti, in linea con le decisioni adottate dalle altre società del massimo campionato italiano, i biancazzurri hanno richiamato a Ferrara: non ci sono però date circa una possibile ripresa delle sedute individuali.

TORINO
Non ci sono comunicati ufficiali sulla ripresa, per il Torino ha parlato solo il patron Urbano Cairo: "Un tentativo va fatto, ma a guidarci deve essere il Governo. Le autorità stanno facendo tutto il possibile per far sì che tutto vada bene e soprattutto in sicurezza, la salute è fondamentale. Serve un protocollo molto sicuro".

UDINESE
Da oggi i campi del centro sportivo Dino Bruseschi saranno a disposizione per l'attività motoria individuale dei giocatori dell'Udinese. Lo rende noto il club friulano. Il centro sportivo sarà a disposizione dei calciatori della prima squadra che, in maniera facoltativa, vorranno sostenere attività motoria individuale. L'attività si svolgerà nella più stretta osservanza delle norme di sicurezza e distanziamento sociale prescritte dalla legge, con i giocatori che accederanno, in maniera scaglionata.

Sezione: Serie A / Data: Mar 05 maggio 2020 alle 01:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print