Una Roma coraggiosa soffre, va sotto e rischia di affondare definitivamente. E quando sembra davvero finita risale la china e ribalta clamorosamente la partita: 2-1 sul campo dell'Ajax, un parziale importantissimo che dà morale e un vantaggio non da poco per la partita di ritorno.

Paulo Fonseca propone un 3-4-2-1 con l'unico ballottaggio della partita risolto in favore di Diawara nei confronti del più acerbo Villar. Dzeko unica punta supportato da Pellegrini e Pedro, Bruno Peres e Spinazzola a dar supporto sulle fasce con Veretout in cabina di regia. Cristante regista difensivo affiancato da Mancini e Ibanez a copertura di Pau Lopez. Ajax senza Stekelenburg e col giovane Scherpen tra i pali e una formazione giovanissima: ben 5 giocatori Under 21, di cui 2 diciottenni e un diciannovenne. Il 32enne Tadic a far da chioccia con Klaassen e Tagliafico uomini guida dei rispettivi reparti.

Roma che difende bene, con i veloci Antony e Neres ben chiusi e Tadic che trova solamente una sola occasione in un tempo. Dall'altra parte i giallorossi sfruttano la velocità di Spinazzola che ogni volta che mette il turbo mette in estrema difficoltà Rensch. Un paio di traversoni per Dzeko che non vengono sfruttati e poi all'ennesimo affondo l'esterno avverte un problema muscolare: al 23' esce dal campo per essere medicato, al 29' si arrende e lascia il posto a Calafiori. Una tegola per la Roma, che fino alla sua uscita aveva il controllo della gara, trovando anche in Cristante un attaccante aggiunto: ci prova dalla distanza scaldando i guantoni di Scherpen, e ci prova anche da dentro l'area di rigore.

Al 39' la beffa: errato disimpegno di Diawara, il cui retropassaggio non trova Mancini, in concorso di colpa con il guineano: Klaassen ne approfitta e si invola verso l'area, triangolando con Tadic e infilando Pau Lopez. Doccia fredda e a conti fatti risultato immeritato.

Con le scelte di formazione obbligate, Fonseca non può attingere ai cambi per cambiare l'inerzia. E la situazione potrebbe precipitare al 53' quando Ibanez stende ingenuamente Tadic appena entrato in area di rigore e comunque in posizione defilata. È calcio di rigore che batte proprio il serbo, la cui conclusione è debole e centrale, trovando la risposta del portiere spagnolo. Il risultato rimane di 1-0 per l'Ajax. Le sliding doors del calcio ci portano a un'altra partita: dal possibile 2-0 per gli olandesi al pari giallorosso quattro minuti più tardi. Pedro viene atterrato al limite dell'area e su punizione Pellegrini calcia angolato, basso ma debolmente: Scherpen si fa sfuggire clamorosamente il pallone tra le mani ed esso carambola in rete: 1-1.

Da quel momento cambia tutto: la Roma prende fiducia, l'Ajax attacca a testa bassa e trova un muro in Pau Lopez. Lo spagnolo non è bellissimo a vedersi ma è terribilmente efficace e neutralizza tre nitide occasioni da rete dei padroni di casa. Dall'altra parte Bruno Peres inizia a spingere, Dzeko sgomita e anche Pedro, fantasma nel primo tempo, si accende. E nel finale la spuntano proprio i giallorossi, col giocatore più inaspettato: Roger Ibañez. Gol da centravanti da parte del brasiliano che dagli sviluppi di calcio d'angolo raccoglie un pallone spizzato da Klaassen e solo in area stoppa e incrocia col sinistro, mandando il pallone nell'angolo più lontano. Si riscatta il difensore, che aveva causato il calcio di rigore su Tadic. Il calcio toglie, il calcio dà. Primo round alla Roma, la maledizione dell'Ajax in casa contro le italiane continua. Secondo round fra sette giorni all'Olimpico.

Il tabellino

AJAX-ROMA 1-2 
39' Klaassen (A), 57' Pellegrini (R), 87' Ibanez (R)

AJAX (4-3-3): Sherpen; Rensch (79' Klaiber), Timber, Martinez, Tagliafico; Alvarez, Klaassen, Gravenberch; Antony, Tadic, Neres (64' Brobbey). All. Ten Hag

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Bruno Peres, Diawara, Veretout (77' Villar), Spinazzola (29' Calafiori); Pellegrini, Pedro; Dzeko (77' Borja Mayoral). All. Fonseca

Ammoniti: Rensch (A), Bruno Peres (R)

Note: Al 53' Pau Lopez (R) para un calcio di rigore a Tadic (A)

Sezione: Altre news / Data: Gio 08 aprile 2021 alle 23:04
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print