Il difensore Ferland Mendy ha parlato in vista della sfida contro l’Atalanta ai microfoni della UEFA elogiando il gioco della squadra di Gasperini: “Dobbiamo stare attenti, non sono arrivati qui per caso. Sappiamo che è una squadra che gioca bene e segna tanto, mi aspetto una bella partita anche se difficile e per vincere dovremo giocare al meglio. Zidane? Essere allenato da una leggenda come lui è un onore, emana carisma e mi dà tanti consigli. - continua Mendy raccontando anche un episodio del passato che poteva mettere a rischio la sua carriera – Al PSG ho trascorso sette anni, ma prima di entrare nell’academy mi sono infortunato e mi sono dovuto operare all’anca. Sono stato due o tre mesi ricoverato per questo motivo con il medico che mi disse che per me la carriera nel calcio era finita, si parlava anche di un’amputazione della gamba. Sono rimasto a lungo sulla sedia a rotelle, poi ho dovuto imparare di nuovo a camminare, prima con le stampelle e poi senza, non avevo più energia, ma nonostante questo non ho mai abbandonato il sogno di tornare a giocare, ho convissuto con questo dolore per un anno e mezzo, ma alla fine sono riuscito nel mio intento”.

Sezione: Altre news / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 22:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print