All'Olimpico ci sono tutti, tranne il Torino. Così dopo aver atteso i canonici 45 minuti, la Lazio ha abbandonato lo stadio in attesa di capire cosa decideranno gli organi competenti. "È una situazione surreale. Verrebbe da dire una farsa vera e propria, difficile trovare una definizione diversa", commenta dalla sua postazione in tribuna stampa Daniele Rocca, giornalista de Il Tempo e caporedattore de LaLazioSiamoNoi.it. "Penso che si potesse evitare di ritrovarsi in questa situazione. Purtroppo - dice a TuttoMercatoWeb.com - quando si tratta di buon senso, spesse volte, gli organi calcistici dimostrano di essere schiavi di protocolli e norme, tra l'altro ampiamente superate dalle novità in fatto di covid. Vedi variante inglese".

Si seguirà lo stesso iter di Juve-Napoli?
"Non vedo come potrebbe esserci una fine diversa. Penso si tratti della fotocopia di quanto successo mesi fa all'Allianz Stadium. In quel caso venne dato il 3-0 a tavolino ai bianconeri e un punto di penalizzazione alla squadra di Gattuso. Mi aspetto che succeda la stessa identica cosa. E poi si rimanderà la partita e la prima data buona in questo caso è quella del 7 aprile".

La posizione espressa oggi da Gravina sembra essere opposta a quella della Lega...
"Onestamente non mi aspettavo un'uscita del genere da parte di Gravina. Ma sarebbe riduttivo dire che sono stupito. Mi è sembrato un intervento totalmente fuori luogo. Non credevo che il presidente federale, appena rieletto, dopo un lavoro molto complicato in tempo di pandemia, si sarebbe reso protagonista di un'uscita del genere. Che a mio avviso palesa una frattura, voluta o meno, con la Lega Serie A. Ieri Dal Pino ha detto esattamente l'opposto. Se Figc e Lega non sono sulla stessa lunghezza d'onda, in un momento di così grave incertezza, vuol dire che qualcosa non va".

Per la Lazio è un bene o un male non giocare in vista della Juventus?
"Non credo ci si debba nascondere davanti all'evidenza. La Lazio sta attraversando un periodo complicato dal punto di vista fisico, approfittare di una settimana intera per preparare la trasferta di Torino non può non essere un vantaggio. Adesso la cosa importante sarà la gestione di alcuni calciatori: Inzaghi, a differenza del match con il Bologna, dovrà valutare con attenzione le condizioni dei suoi big. Le prestazioni di Immobile e Leiva mi hanno preoccupato non poco. Sono d'accordo con Lulic: anche i più forti hanno bisogno di riposarsi ogni tanto".

Sezione: Altre news / Data: Mar 02 marzo 2021 alle 19:44
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print