Ospite delle colonne di Tuttosport, Franco Locatelli, Presidente del Consiglio superiore di Sanità, il massimo organo di consulenza del Ministero della Salute, e membro del CTS, ha parlato così dell'esperienza vissuta nella lotta contro il Covid-19 e del tifo per l'Atalanta: "Ho visto la morte in faccia. Se non ci fossero stati i medici e gli infermieri della Poliambulanza di Brescia, non ce l’avrei mai fatta. Il mio compagno di stanza è spirato alle due di notte, accanto a me. Prego per lui".

L'Atalanta - "Mi auguro che stasera, nemmeno di fronte al colosso PSG, l’Atalanta rinunci allo stile di gioco che l’ha resa unica. Il risultato sarà quel che sarà, ma, a me basta e avanza questo. I francesi devono saperlo: l’Atalanta andrà in campo con una forza interiore speciale, molto speciale. Giocherà per Bergamo, per i bergamaschi che ci sono e per quelli che non ci sono più. I calciatori di Gasperini hanno vissuto un dramma unico al mondo, hanno sentito il suono lacerante delle sirene nella notte, hanno visto le bare, hanno sentito la morte scendere sulla città, sui paesi. Sotto l’aspetto motivazionale, tutto questo darà loro una spinta enorme per inseguire un risultato che non rimarginerà il dolore, ma potrà essere l’unguento su una ferita ancora sanguinante. L’Atalanta incarna la resilienza di Bergamo".

Sezione: Altre news / Data: Mer 12 agosto 2020 alle 11:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print