Quale futuro per Erling Haaland? È corsa a cinque per l'asso norvegese, che inizia a spingere per lasciare da subito il Borussia Dortmund. Il club tedesco, per quanto colpito economicamente come tutti, si priverà in estate solo di una stella ma l'idea è di sacrificare Jadon Sancho, per il quale nella stagione passata il Manchester United ha spinto molto per arrivare al giocatore, trovando nei tedeschi un muro: 120 milioni la richiesta, non un euro in meno. Cifra che sarà inevitabilmente rivista in questa stagione. Diverso il discorso sul centravanti. La famigerata clausola rescissoria verrà attivata nell'estate 2022. Fino ad allora sarà il Dortmund a fissare il prezzo, per l'esattezza 180 milioni di euro. Anche perché la speranza in Germania è quella di rivedere ad agosto i tifosi, il che renderebbe meno impellente la necessità di far cassa.

Nel frattempo Mino Raiola e il papà del giocatore, Alf Inge, si sono recati in giornata prima a Barcellona e poi a Madrid per trattare con Joan Laporta e Florentino Pérez. Entrambi cercano un nome che infiammi la tifoseria. In casa Barça anche per motivi economici, l'idea è di bloccarlo per il 2022 e l'attesa potrebbe valere un contratto ancora più ricco, che farebbe del classe 2000 il secondo giocatore più pagato della rosa dopo Lionel Messi. Importante carta da giocare per Laporta, gli ottimi rapporti con Mino Raiola. Il Real Madrid dopo l'immobilismo di questa stagione, i continui problemi fisici di Hazard e un Benzema che ha già 34 anni deve rinforzare il reparto offensivo. A differenza dei catalani può far valere una maggiore solidità economica nell'immediato.

La concorrenza è solo inglese: il Manchester City è una candidata molto accreditata, dopo l'addio di Aguero e che può giocarsi la romantica carta della continuità della dinastia: Alf Inge Haaland ha infatti giocato per tre stagioni con i citizens. Dall'altra c'è però l'infelice precedente di Guardiola con uno degli storici assistiti di Raiola, Zlatan Ibrahimovic. Le altre concorrenti sono il Liverpool, che cerca una bocca da fuoco visto il misero score in questa stagione di Roberto Firmino, il Manchester United, che saluterà Cavani e il Chelsea, non propriamente soddisfatta del rendimento di Timo Werner. Attualmente le due squadre, anche per la prospettiva di vincere nell'immediato a livello europeo, sembrano più attardate e comunque a livello tecnico non un enorme passo in avanti rispetto al Borussia Dortmund. In ogni caso nella giornata di domani, riporta Mundo Deportivo, Raiola e Haaland Sr voleranno a Londra per parlare con tutti e quattro i club. Si è tirato fuori dalla corsa il Bayern Monaco, col CEO Karl-Heinz Rummenigge che ha anzi considerato l'eventualità di estendere il contratto di Robert Lewandowski oltre il 2023.

Sezione: Calciomercato / Data: Ven 02 aprile 2021 alle 00:15
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print