Montipò 6,5 - Il fatto che un portiere trafitto quattro volte sia il migliore in campo dà la dimensione della super prova dell’Atalanta. Forse poteva fare qualcosa in più sulla rete dell’1-2, ma ha salvato la porta a ripetizione.

Foulon 4,5 - Ilicic lo mette in crisi dall’inizio alla fine, da un errato disimpegno nasce l’azione del vantaggio. Si fa ammonire e resta negli spogliatoi all’intervallo. (Dal 1’st Pastina 5,5 - Esordio in A da brividi per il giovanissimo difensore di Battipaglia. Tempo 5 minuti e sforna uno splendido assist per Sau. Ma soffre tantissimo contro i fuoriclasse avversari).

Glik 5,5 - Il meno peggio del reparto arretrato, almeno per un’ora non fa passare nulla. Poi si arrende allo strapotere ospite.

Barba 5 - Torna a giocare da difensore centrale, dà l’impressione di essere sempre in ritardo. Saltato come un birillo sulla rete dello 0-1, cresce nella ripresa ma è fuori posizione su tutti i gol dell’Atalanta.

Maggio 5 - Non è al top, ma il Benevento è in emergenza e deve stringere i denti. Si addormenta e Toloi lo beffa alle spalle, in tilt quando entra lo scatenato Muriel.

Schiattarella 5,5 - E’ l’ultimo ad arrendersi, ma oggi fa tanta confusione. Unica azione davvero degna di nota un cross dalla trequarti che, per poco, non consente a Glik di fare 2-2. Poco dopo si fa sovrastare da Zapata e l’Atalanta la chiude.

Dabo 5 - Esce abbastanza rabbuiato, ma non ha dato il contributo sperato. (Dal 15’st Hetemaj 5 - Nervoso, sovrastato dalla forza dei centrocampisti avversari. Pessimo impatto).

Ionita 4,5 - Non pervenuto. E’ vero che la classe degli avversari è di livello assoluto, ma non oppone alcuna resistenza. (Dal 36’st Del Pinto sv).

Improta 6 - Meriterebbe anche mezzo voto in più per la capacità di giocare in tutti i ruoli. Grande condizione psicofisica, per un’ora lotta e recupera un sacco di palloni proponendosi anche in avanti. Quando Ilicic si sposta a destra va in grosso affanno.

Sau 6,5 - Secondo gol consecutivo, ancora una volta con un inserimento splendido dalle retrovie. Encomiabile per il lavoro in fase di non possesso. Esce dopo aver segnato, tra lo stupore generale. (Dal 15’st Insigne 5 - Entra quando il Benevento è mentalmente uscito dal campo, ma nelle rare occasioni in cui può puntare la porta si fa sovrastare da Romero).

Lapadula 4,5 - Ormai il non-gol non fa più notizia. Perennemente anticipato, mai pericoloso se non con un tiro dai 40 metri che fa il solletico a Gollini. (Dal 15’st Di Serio 5 - Ci prova in tutti i modi a creare pericoli, ma è troppo solo e non poteva essere certo il classe 2001 a cambiare volto alla gara).

Sezione: Il Pagellone / Data: Sab 09 gennaio 2021 alle 17:16 / Fonte: tmw
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print