Il primo incontro c’è stato. E ora inizia ufficialmente la trattativa fra Juventus e Sassuolo per Locatelli. Un incontro, il primo, probabilmente, di una lunga serie. Il prossimo già la prossima settimana. Non si è parlato ufficialmente di cifre (la Juve non le ha chieste, il Sassuolo non le ha date) ma sono note: almeno 40 ne vorrebbe il Sassuolo. Anche perché Carnevali sa che ci sono anche altre squadre interessatissime al ragazzo: Arsenal e Borussia Dortmund su tutte. La Juve però fa sul serio, ha incassato la disponibilità del Sassuolo a trattare e ora bisognerà capire intanto la formula sulla quale si comincerà a ragionare (potrebbe essere un prestito con obbligo di riscatto) e magari anche su eventuali contropartite. Non è stato affrontato di petto l’argomento. Ci si è girato intorno: si è parlato di giovani. E i più interessanti di proprietà della Juve sono Dragusin, Correia e Fagioli. E’ possibile che neanche uno entri direttamente nei dialoghi fra Juve e Sassuolo: dipenderà molto dalle valutazioni che faranno entrambe le società sui cartellini (e quindi sulle prospettive) dei ragazzi che peraltro hanno già esordito in prima squadra. Rimangono però gli ottimi rapporti fra le due società (peraltro Cherubini ha avuto modo di visitare il nuovissimo centro sportivo Mapei) e la volontà di proseguire su questa buona amicizia, indipendentemente dall’affare Locatelli.
Giorni caldi anche per la trattativa Hakimi-PSG. Qui siamo decisamente più avanti: il giocatori infatti ha scelto il suo futuro e ha un accordo con il PSG, manca ancora quello fra club, ma a piccoli passi i francesi si stanno avvicinando alla cifra che all’Inter considerano giusta. Si era partiti da 80, giocoforza per le leggi del mercato si dovrà scendere. E visto che l’Inter non ha fretta, sa che sul giocatore comunque è forte anche l’interessamento del Chelsea (che aveva inserito nella trattativa anche giocatori come Alonso molto graditi alla società nerazzurra) vorrebbe cercare di tirar fuori il massimo da un sacrificio tecnico così importante. Poi si sceglierà con calma il sostituto. Non è necessario andarlo a prendere subito (anche perché ora tutti sanno che l’Inter avrà la necessità di operare in quel ruolo) ma i primi nomi che seguiti sono Zappacosta (in uscita dal Chelsea) che potrebbe giocare in entrambe le fasce, Bellerin (anche lui in uscita dall’Arsenal e Dumfries che sta facendo davvero un grande Europeo e che fra i tre è quello che (evidentemente) costa di più.
Il MIlan continua a fuoco lento a trattare i suoi obiettivi. Soprattutto quelli di proprietà del Chelsea (Girous, Ziyech e Bakayoko) per capire anche meglio le condizioni economiche delle uscite dei tre. Nel frattempo però cresce la fiducia per trattenere in rossonero Tonali, alle “nuove” condizioni di cui hanno discusso in questi giorni con il Brescia.
La Fiorentina ha messo a segno il primo colpo. Arriva in Italia Nico Gonzalez, dallo Stoccarda. Operazione da 23 milioni di euro più 4 di bonus. Giocatore talentuoso, protagonista con la sua Argentina in copa America, a testimonianza della volontà della Fiorentina di investire sul mercato. Sul fronte allenatore si continua a trattare con lo Spezia per Italiano, ma la situazione non si è ancora sbloccata
Nel frattempo lo Spezia, come abbiamo raccontato a SkySport nella trasmissione “Calciomercato - L’Originale”, ha già individuato il possibile sostituto, ovvero Francesco Farioli, 32enne allenatore che ha stregato Pecini. Giovanissimo ha iniziato a collaborare con De Zerbi (formalmente come preparatore portieri ma è stato uno dei più stretti collaboratori dell’attuale allenatore dello Shakhtar) a Benevento e poi a Sassuolo. Poi è andato in Turchia: prima come vice allenatore all’Alanyaspor e nell’ultima stagione come primo allenatore al Karagumruk, la squadra di Viviano, Borini e Bertolacci dove c’erano molte altre vecchie conoscenze del campionato italiano e che a fine anno è arrivato ottavo, con 60 punti.
Alla Samp invece ancora la scelta dell’allenatore non è stata definita. Di sicuro rimarrà in società (ameno ancora per un anno) Carlo Osti. E proprio Osti ha incontrato Marco Giampaolo, ma ancora non è arrivata la fumata bianca e continua il ballottaggio con D’Aversa.
Il Genoa ha chiuso con la Juventus per l’arrivo di rossoblu di Frabotta in prestito con diritto di riscatto, il Cagliari ha proposto al Verona lo scambia Lasagna Simeone, ma la trattativa, finora, non è decollata.
Il Bologna ha invece un accordo con la Spal per Bonifazi (difensore) e Demba Seck (attaccante). Nelle prossime ore la Spal (che nel frattempo ha scelto il nuovo allenatore: Pep Clotet) sceglierà eventuali altre contropartite tecniche. Intanto il Bologna spera di poter mettere sotto contratto Arnautovic, che si sta liberando dallo Shanghai SIPG.

Sezione: Calciomercato / Data: Gio 24 giugno 2021 alle 08:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
vedi letture
Print