"Mancano due punti per la qualificazione matematica in Champions League"Gian Piero Gasperini non vuole perdere di vista l'obiettivo primario della sua Atalanta, soprattutto in una sfida delicata come quella con l'Hellas Verona. Il tecnico nerazzurro ha parlato alla vigilia del match contro gli scaligeri ai microfoni di atalanta.it: "Mancano due punti per la qualificazione matematica in Champions League. Quando c'è un obiettivo poi se ne aggiunge un altro. Va bene, l'importante è porsi sempre degli obiettivi: andiamo avanti".

La classifica parla chiaro: ci sono tre squadre in due punti.
"Sì, mancano cinque giornate e i calendari sono difficili per tutti. Può essere una bella lotta, anche per poter tenere alte le motivazioni per prepararci al meglio per la Champions".

L'Atalanta ha fatto giocare tutti i giocatori della rosa.
"È stata una bella soddisfazione, tutti quanti hanno giocato bene e questo mi ha permesso di fare delle rotazioni. Certi giocatori hanno recuperato dal punto di vista fisico, giocare ogni tre giorni alla lunga può essere faticoso".

Tre giocatori sono arrivati alla doppia cifra, ora ce ne sono altri due.
"Fa parte delle statistiche di questa stagione con tanti record, anche noi li conosciamo. Fa molto piacere, ma la priorità è continuare ad esprimerci e giocare in questo modo per poter cercare di ottenere il massimo".

Ora c'è la sfida con l'Hellas Verona.
"L'Hellas era in corsa per il settimo posto, direi meritatamente per ciò che stava esprimendo. Credo sia la squadra rivelazione anche per il tipo di gioco che ha sviluppato, per le partite che ha disputato su tuti i campi. Domani per noi sarà una gara difficile come all'andata, ma sarà un ottimo test per riuscire a giocare una gara su delle intensità che non sempre si trovano in questo periodo".

Inoltre si giocherà alle 17.15.
"Per aumentare il coefficiente di difficoltà (ride, ndr). Ogni tanto abbiamo bisogno di giocare questo tipo di gare, domani sarà una partita avvincente".

La squadra come sta?
"Muriel sta bene, si è allenato. Può essere disponibile, in questo momento ci siamo tutti a parte Ilicic, lo stiamo cercando di recuperare al meglio anche dal punto di vista fisico".

L'Hellas è simile all'Atalanta?
"Nell'interpretazione delle gare ci sono delle similitudini. Juric è stato un mio giocatore, ma anche un mio collaboratore. Abbiamo speso una vita insieme e condiviso tanto da Crotone a Genoa. Adesso ha raggiunto dei livelli alti, ha vinto un campionato storico a Crotone. Si sta ripetendo anche quest'anno, ha avuto un buco a Genoa, ma lì non era semplice. Mi dispiace per la sua squalifica, ci faremo una bella foto".

Sezione: Zingonia / Data: Ven 17 luglio 2020 alle 17:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print