Massimo Brambilla, allenatore dell'Atalanta Primavera, ha così commentato la sconfitta nell'esordio di Youth League contro la Dinamo Zagabria: "Peccato per il risultato perché non ci stava, sotto gli occhi di tutti il pari sarebbe stato più giusto ma accettiamo il risultato. Non siamo abituati a queste competizioni internazionali: all'inizio abbiamo sofferto la loro fisicità ma passando i minuti abbiamo cominciato a giocare. Livello più alto rispetto al campionato ma possiamo starci. Per i ragazzi esordire a certi livelli ti fa patire qualcosa all'inizio a livello emozionale. Poi però ci siamo sciolti e abbiamo trovato una buona prestazione. Il piglio era buono, ma gli errori si fanno. Non si deve sbagliare atteggiamento e quello non l'abbiamo sbagliato. Sappiamo che c'è da migliorare ma ce la siamo giocati alla pari con una delle migliori squadre europee a livello giovanile".

Un commento sull'arbitraggio? "Qualche episodio controverso ma non mi interessa parlare di arbitri, siamo in Primavera".

Obiettivi per la Youth League? "Fare esperienza e giocarcela con grandi squadre d'Europa. Oggi il risultato poteva essere diverso, e serve ai ragazzi per capire che il calcio internazionale è più intenso e fisico, ma in questo girone possiamo giocarcela".

Che aspettative per il campionato? "Siamo partiti bene, sappiamo che possiamo lottare per i primi posti, ma la priorità è quella di far crescere i giocatori. Playoff e risultati sono un aspetto già più secondario".

Youth League aiuta per il campionato? "Sì, ma alcuni ragazzi già si allenano con la prima squadra, a livelli più alti dei nostri. Per loro è una bella crescita, c'è differenza tra gli avversari in campionato e questi".

Sezione: Altre news / Data: Mer 18 Settembre 2019 alle 18:30 / Fonte: tuttomercatoweb.com
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print