Alla vigilia della sfida all'Atalanta al Gewiss Stadium, Claudio Ranieri ha presentato la partita ai microfoni dei media ufficiali blucerchiati:

"Queste ultime due partite con le due vittorie ci hanno portato un pochino di convinzione, quella che non avevamo espresso contro Juventus e quella determinazione che dopo il 2-0 del Benevento avevamo scordato lungo il campo.

Adesso arriva l'Atalanta, squadra che è un po' l'emblema del calcio italiano, gioca, marca, corre, lotta, fa gol, difende, è una squadra da prendere a modello. Domani mi aspetto un'Atalanta solida, vogliosa, può avere avuto una partita no, capita a tutti. L'ho vista in Danimarca, solita squadra con grinta e determinazione, attaccare e difendere tutti, da vera squadra, per cui mi aspetto una squadra che con il passare degli anni è diventata sempre più squadra, perché non ha soltanto i primi 11, ma altri 11 che sono essi stessi titolari. Hanno un doppio giocatore per ogni ruolo.

L'anno scorso abbiamo fatto due ottime partite, sia in casa dove abbiamo chiuso tutti gli spazi ripartendo in contropiede, sia dopo il lockdown che abbiamo perso nell'ultimo quarto d'ora, la squadra aveva ben giocato e si era ben disimpegnata. Io vorrei rivedere quelle due partite dove vedo la mai squadra determinata come l'Atalanta.

La squadra sta bene, i nuovi hanno bisogno di un po' più di tempo non dico per entrare nei nostri meccanismi ma a livello fisico. Candreva ha giocato fino all'anno scorso però non aveva mai fatto nessun partita, gli altri due non giocavano da marzo, tu ti puoi allenare ma anche le partitelle sono importanti. Nessuno dei due ha mai fatto una partitella, stanno salendo di condizione ma non sono ancora al 100%.

La forza di un giocatore e di un allenatore è quella di avere sempre il giusto equilibrio, come non bisognava disperarsi dopo Juventus e Benevento, così non bisogna esaltarsi dopo Fiorentina e Lazio. Quando siamo umili facciamo delle buone partite, poi possiamo vincerle o perderle, ma quello che mi preme di più è vedere che la squadra mi dà il 100%, il massimo di quello che può dare.

Poi non dico che sono soddisfatto del risultato anche se è negativo, però perlomeno sono soddisfatto della prestazione, per me è molto importante questo".

Sezione: Altre news / Data: Ven 23 ottobre 2020 alle 17:45 / Fonte: sampdorianews.net
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print