L’ultima idea per la porta granata arriva direttamente dall’Iran. Alireza Beiranvand, un nome che ai più non dirà assolutamente nulla: estremo difensore, classe 1992, di nazionalità iraniana e di proprietà del Persepolis. La sua notorietà è schizzata alle stelle giusto un paio d’anni fa, ora il suo nome è tornato in auge specialmente perché è stato accostato al Toro.

Rigore a Ronaldo – Ma c’è anche a chi, questo Beiranvand, non suona così nuovo: fu infatti il portiere che ipnotizzò Cristiano Ronaldo dal dischetto di Saransk. Erano i Mondiali in Russia, l’Iran sognava un clamoroso passaggio alla fase ad eliminazione diretta e l’estremo difensore riuscì a intercettare la conclusione dagli undici metri del fenomeno portoghese. Probabilmente uno dei momenti più alti della carriera di Beiranvand, che non ha mai lasciato il suo paese ma ha sempre giocato tra Nafth Teheran e Persepolis. Ora, però, l’ambizione di provare una nuova esperienza: magari in Italia.

IL MERCATO - Il portiere sarebbe pronto anche a fare il secondo di Sirigu, e si è ufficialmente proposto al Toro, e ora sta aspettando una risposta dalla città della Mole. La dirigenza granata ci sta pensando, intanto come costi rientrerebbe perfettamente nei parametri del club: ha una clausola rescissoria di circa 600mila euro, la cifra che più o meno chiederebbe come ingaggio. Il Toro è la sua prima scelta, dietro ci sono Cagliari e Atalanta, le altre squadre che hanno fatto sondaggi con il Persepolis. 

Sezione: Calciomercato / Data: Mar 23 Luglio 2019 alle 09:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print