Più di un dodicesimo. Nella prima stagione all’Atalanta, Mario Pasalic si era già imposto come uomo in più di Gian Piero Gasperini: a seconda dei casi, alternativa alla coppia centrale Freuler-De Roon, o al Papu Gomez sulla trequarti. Approdato a Bergamo dal Chelsea in prestito biennale, in questa seconda annata alla corte della Dea il croato è andato oltre: è il sesto giocatore più impiegato dal tecnico di Grugliasco, di fatto un titolare a tutti gli effetti, anche se la sua duttilità tattica lo porta a essere impiegato in ruoli diversi a seconda delle occasioni. Con la ripresa del campionato, dando per scontato che si troverà una soluzione al prolungamento automatico dei prestiti, ha due mesi per convincere i nerazzurri, ma la missione è praticamente già compiuta: l’Atalanta è convinta di riscattarlo e sta solo trattando, vista la situazione, il prezzo col Chelsea. L’obiettivo è abbassare i 15 milioni inizialmente pattuiti, e i Blues sembrano disponibili in tal senso. Poi, è già pronto un quadriennale da 1,5 milioni di euro a stagione.

Età: 25 anni
Posizione: centrocampista centrale/trequartista
All’Atalanta da: luglio 2018
In prestito da: Chelsea
Riscatto fissato a: 15 milioni
Quanto ha giocato in questa stagione: 32 partite - 23 in A, 8 in Champions, 1 in Coppa Italia (2.383’)
I suoi numeri in stagione: 7 gol (5 in A, 2 in Champions), 7 assist (5 in A, 2 in Champions)

Sezione: Calciomercato / Data: Ven 05 giugno 2020 alle 10:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print