Cinque giorni per poter scrivere nuovamente la storia. L'Atalanta di Gian Piero Gasperini torna in campo dopo la sconfitta di San Siro contro l'Inter: non sarà facile rialzarsi dopo aver giocato bene senza aver raccolto nulla, ma i nerazzurri conoscono benissimo l'importanza dei prossimi due match. Domani ci sarà lo Spezia in campionato, i tre punti sono d'obbligo per poter proseguire la corsa verso il quarto posto. Martedì però si gioca per la storia di questa società, con il match di Madrid che potrebbe rivoluzionare completamente la stagione degli orobici. Pochi giorni e due partite apparentemente distanti tra loro, ma fondamentali per i rispettivi obiettivi. Sicuramente il tecnico di Grugliasco cercherà di sistemare al meglio la formazione per poter fa rifiatare gli uomini di chiave, ma attenzione ai cambi. Le rivoluzioni abbondanti non vanno mai d'accordo con l'assetto tattico della Dea.

SÌ AL TURNOVER - L'ultima sessione d'allenamento sarà decisiva per capire chi mandare in campo. Non è escluso l'utilizzo di Malinovskyi dal primo minuto, l'ucraino ha dimostrato di saper dare la giusta copertura se utilizzato da trequartista. Da capire se ci sarà qualche accorgimento in fase difensiva, con Palomino pronto a strappare una maglia da titolare nella sfida del Gewiss Stadium contro la compagine di Italiano. Uno dei pochi sicuri del posto è Remo Freuler: lo svizzero è in diffida in campionato, ma vista la squalifica nel match di ritorno contro i blancos - dopo l'espulsione dubbia nella sfida d'andata - potrebbe giocare dal primo minuto nel solito 3-4-1-2.

ATTENZIONE AL REAL - La testa però vaga ed è difficile porre un freno ai pensieri con una sfida simile in calendario. Il 16 marzo i nerazzurri si presenteranno in casa del Real Madrid per poter ribaltare l'1-0 dell'andata e cercare la seconda qualificazione consecutiva ai quarti di finale. Impresa impossibile o quasi, servirà una prova maiuscola per poter fare almeno due gol. La speranza però è l'ultima a morire, soprattutto in anno in cui calcisticamente e non è successo di tutto. Da Valencia a Madrid, passando per la sfida interna con lo Spezia: la Dea ci crede, ora basta soltanto giocare le proprie carte.

Sezione: Copertina / Data: Gio 11 marzo 2021 alle 13:30 / Fonte: tmw
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print