Tre nomi, tre elementi davvero interessanti. Il mercato si infiamma e l'Atalanta non vuole perdere il treno giusto. Sostanzialmente si pensa ad un attaccante che sia in grado di poter far fare quel salto di qualità alla rosa, anche se l'arrivo di un numero nove potrebbe essere un segnale sul futuro di Duvan Zapata. C'è posto per un solo attaccante nel modulo di Gasperini? Dal mercato arriverà quasi sicuramente un solo elemento per questo ruolo, se il colombiano dovesse rimanere a Bergamo per un'altra stagione c'è un solo posto disponibile anche con la Champions League da affrontare.

Il nome in cima alla lista del taccuino rimane Leonardo Pavoletti, ma al momento bisogna trattare con il Cagliari. L'attuale attaccante rossoblù, nel modulo di Gasperini, potrebbe avere un grande impatto: assistenza costante dalla trequarti e dalle corsie esterne, l'ideale per un centravanti fisico e in grado di far male di testa. D'altronde la pericolosità della Dea sulle palle inattive è ormai nota a tutti.

Si pensa anche a Luis Muriel, altro capitolo interessante in questi primi giorni di mercato. Le trattative, almeno secondo le ultime indiscrezioni, proseguono: a quanto pare non verrà riscattato dalla Fiorentina, dunque gli orobici sono favoriti. Il colombiano, rispetto a Pavoletti e al connazionale Zapata, può dare molte alternative a Gasperini. Nel 3-4-1-2 potrebbe giocare come seconda punta, ma non è da sottovalutare un adattamento in un eventuale attacco a tre.

Il terzo, ma non ultimo, obiettivo riguarda Gregoire Defrel. L'attaccante francese non verrà riscattato dalla Sampdoria, i 14 milioni fissati per il riscatto dai giallorossi potrebbero essere un ostacolo per i blucerchiati. I nerazzurri attendono, ma tutto dipenderà anche dal nuovo tecnico dei capitolini Paulo Fonseca, anche perché un elemento simile potrebbe far comodo al modo di giocare dell'ex Shakhtar. Con Gasperini ci potrebbe essere un ulteriore rilancio, ma anche in questo caso il tutto dipenderà da diversi fattori. In pole rimane sempre Duvan Zapata, mister 28 gol in 48 gare. Se la media realizzativa rimarrà tale, sarà molto difficile insediare il colombiano. Ma il Gasp ha dimostrato di poter sfruttare e far rendere al meglio chiunque.

Sezione: Copertina / Data: Gio 13 Giugno 2019 alle 15:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print