La Juventus è quarta a pari punti col Napoli, la Juventus adesso deve guardarsi alle spalle. La notizia è clamorosa perché parliamo della squadra che ha vinto gli ultimi nove Scudetti ma oggi, dopo 29 turni, il rischio che la squadra campione d'Italia non riesca nemmeno a qualificarsi alla prossima Champions League c'è ed è concreto. Ha anche una gara in meno, è vero, ma stasera dopo il ko contro il Benevento è arrivato un pareggio contro una squadra in lotta per non retrocedere: sorride il Torino, che ha sfiorato la vittoria ma può comunque ritenersi soddisfatto per come ha giocato e condotto la partita.

Un 5-3-2 più che un 3-4-1-2 quello utilizzato da Davide Nicola, col suo Torino che in avvio di match ha subito soprattutto le scorribande di Federico Chiesa. Dopo 5 minuti, l'ex Fiorentina tutto solo nell'area avversaria non è riuscito a centrare lo specchio della porta. Dopo 13, ha trovato il gol del momentaneo vantaggio: scambio in velocità con Alvaro Morata e conclusione vincente da posizione defilata, finita sotto le gambe di Sirigu.
In difficoltà in fase di non possesso, il Torino già nei primi minuti non è stato a guardare e al sesto s'è affacciato dalle parti di Szczesny. Proprio l'ex centrocampista dell'Udinese, tra i migliori della prima frazione, è stato il grande protagonista della rete del pareggio: potente ma centrale, il suo tiro al 27esimo non è stato trattenuto da Szczesny permettendo così a Sanabria di avventarsi sul pallone e di ristabilire il risultato di parità.
Buon ritmo anche dopo il pareggio granata. Le due squadre hanno continuato a sfidarsi a viso aperto e sono rientrare negli spogliatoi sul risultato di parità.

A inizio ripresa però ecco la svolta che non ti aspetti. Un retropassaggio senza senso di Kulusevski e un intervento goffo di Szczesny sul tiro di Sanabria hanno permesso al Torino di condurre buona parte della ripresa. La squadra di Nicola ha disputato un'ottima prestazione difensiva, ha messo in campo quello spirito Toro che troppo spesso è mancato in questa stagione e ha anche cullato per diversi minuti il sogno di un ritorno al successo nel derby dopo sei anni. Un sogno spezzato da Cristiano Ronaldo, che con un colpo di testa a 10 dalla fine ha fissato il punteggio sul 2-2. Un pari che serve a entrambe e forse a nessuno, un risultato che conferma le difficoltà della Juventus.

TORINO-JUVENTUS 2-2
13' Chiesa (J), 27' e 46' Sanabria (T), 80' Ronaldo (J)

TORINO (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, Bremer, Buongiorno; Vojvoda, Mandragora, Rincon (65' Lukic), Ansaldi; Verdi (87' Baselli); Belotti (72' Zaza), Sanabria. All. Nicola

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro (87' Rabiot); Kulusevski (71' Bernardeschi), Danilo (71' Ramsey), Bentancur, Chiesa; Morata, Ronaldo. All. Pirlo
Ammoniti: Ansaldi (T), Rincon (T), Cuadrado (J)

Db Torino 03/04/2021 - campionato di calcio serie A / Torino-Juventus / foto Daniele Buffa/Image Sport
nella foto: Alvaro Morata-Gleison Bremer
Db Torino 03/04/2021 - campionato di calcio serie A / Torino-Juventus / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Alvaro Morata-Gleison Bremer © foto di Daniele Buffa/Image Sport
Sezione: Serie A / Data: Sab 03 aprile 2021 alle 19:55
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print