[CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE]

Sono giorni estremamente difficili per l'Italia. L'allarme Coronavirus si fa sempre più insistente, i contagi aumentano e anche lo sport è alle prese con decisioni necessarie sullo svolgimento delle competizioni e sui calendari in subordine alle decisioni del governo. Qui tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

17.23 - Vicenza, positivo il calciatore Andrea Saraniti - Il Vicenza, club di Serie C girone A, ha reso noto che un suo tesserato è risultato positivo al test per il COVID-19. "La Società LR Vicenza comunica che il giocatore della prima squadra Andrea Saraniti, a seguito di alcuni sintomi, è stato sottoposto a tampone ed è risultato positivo al COVID-19.
Il calciatore è in buone condizioni di salute, non lamenta più sintomi e resterà in isolamento volontario presso il proprio domicilio, nel quale si trova dal 9 marzo assieme alla famiglia, come da procedura sanitaria. Tutti gli altri atleti e membri dello staff tecnico che dalla stessa data, in virtù della sospensione dell’attività agonistica, si trovano presso il proprio domicilio di lavoro, stanno bene e non denotano sintomi, continuano ad attenersi ai protocolli e a seguire i programmi personalizzati di allenamento".

15.44 - Terminata l'Assemblea della Lega Serie A - La Lega Serie A nell'Assemblea odierna tenuta in videoconferenza ha stilato un documento che nel tardo pomeriggio verrà girato a Gabriele Gravina, presidente della FIGC, che a sua volta ne discuterà prima col CONI e poi col Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Qualora non si dovesse ripartire, la perdita economica dai club di Serie A sarebbe di circa 720 milioni di euro, tra botteghino, diritti televisivi e merchandising e proprio da questo numero si partirà per capire come aiutare l'industria calcio a rialzarsi.
La Serie A, riporta 'Sky', ha chiesto aiuto attraverso sei punti: misure economiche per sostenere il costo del lavoro, un diverso piano di ammortamento ma anche nuove forme di finanziamento, come le scommesse sportive. Chiesta poi una diversa organizzazione della vendita dei diritti sportive e di misure utili per incentivare la costruzione di nuove infrastrutture.
Alla FIGC, in contemporanea, arriveranno anche i documenti delle altre leghe: se non si riparte, la perdita per la Serie B sarebbe di circa 150-200 milioni di euro. Per la Lega Pro, invece, la forbice va da un minimo di 20 milioni di euro a un massimo di 84 milioni di euro di perdite. Dalla Serie A, è stato chiesto inoltre di valutare questo documento già questa settimana.

15.14 - Gravina su ripresa allenamenti: "Seguiamo indicazioni governo" - "Ne sento di tutti i colori e ai miei interlocutori ripeto un concetto molto semplice: noi abbiamo una stella polare, è il decreto del Governo che ha fissato al 3 aprile il primo, provvisorio traguardo. Quella data, per ora, fa fede. Il resto è solo chiacchiericcio". E' intransigente il presidente della FIGC Gabriele Gravina, nel corso di una intervista a 'Il Giornale', in merito alla ripresa degli allenamenti in Serie A. Non tutti i club, infatti, negli ultimi giorni si sono mostrati favorevoli alla ripresa dal 3 aprile in poi. "La questione è nazionale e se si decide che tutti devono stare a casa, devono farlo tutti. In gioco non c'è soltanto la salute del Paese ma la tenuta come comunità. Il calcio deve osservare scrupolosamente questo principio", ha detto Gravina.

14.18 - UFFICIALE: Olimpiadi rinviate al 2021 - Arriva anche l'ufficialità del rinvio dei Giochi Olimpici. Con un comunicato, il Comitato Olimpico Internazionale ha confermato che le Olimpiadi inizialmente previste per questa estate a Tokyo verranno disputate più avanti. "Ma non oltre - si legge - l'estate 2021". I Giochi Olimpici slittano quindi alla prossima estate, come dichiarato dal primo ministro giapponese Abe. La fiamma olimpica - si legge nel comunicato - resterà in Giappone, mentre la denominazione non cambierà: continueranno a chiamarsi Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020.

13.45 - Giochi Olimpici verso spostamento al 2021 - Ormai non ci sono più dubbi: i Giochi Olimpici programmati a Tokyo questa estate dal 24 luglio al 9 agosto verranno rinviati di un anno a causa della pandemia di COVID-19. L'ha dichiarato il primo ministro giapponese Shinzo Abe dopo il confronto telefonico col presidente del CIO Thomas Bach: "Ho proposto di rimandare i Giochi Olimpici di un anno e il presidente Bach ha risposto che è d'accordo al 100%", ha detto Shinzo Abe ai giornalisti giapponesi dopo il confronto. A questo punto manca solo il comunicato ma non ci sono più dubbi: anche i Giochi Olimpici verranno rinviati di un anno.

13.18 - Coppola (AIC): “Taglio stipendi? Anche le leghe hanno capito che è prematuro” - Sulle nostre pagine, il consigliere dell’AIC, Danilo Coppola, ha commentato la possibilità di una decurtazione degli stipendi dei calciatori: "Il problema del taglio degli stipendi colpirebbe tutti, perché ci sono tanti calciatori che hanno attività parallele, come aziende o alberghi, che devono rispettare gli impegni presi. Presi per altro sulla base di quanto percepiscono. Anche le leghe che si sono sbilanciate per richiedere questa rinuncia si sono accorte che è prematura la richiesta, bisogna prima aver chiara la visione di cosa sarà del sistema calcio: è inutile ora proporre situazioni, solo alla ripresa si potrà capire quale è la strada da battere".

12.10 - In Serie C danno fino a 84 milioni - In una missiva consegnata al presidente della FIGC Gabriele Gravina, che coordina il lavoro con il Governo, lo studio PwC TLS, il presidente della Leg Pro Francesco Ghirelli, ha affrontato il tema delle gravi difficoltà per l’avvio della prossima stagione 2020/2021, l'impatto che il virus avrà sulla Serie C (stimato fino a 84 milioni di euro, a seconda del protrarsi della pandemia) e nel dettaglio sulle squadre appartenenti alla categori (fino al 30% di contrazione sul fatturato medio annuo).

10.47 - Si ferma anche il calcio australiano - Nella notte anche il calcio australiano è stato costretto a fermarsi a causa dell'aumento dei contagi in giro per il mondo dovuto al Covid-19. La A-League lo ha comunicato tramite il sito ufficiale e tutti i canali social, aggiungendo che "L'aumento dei casi positivi rende impossibiile il proseguimento del torneo" e anche che la possibile ripresa verrà presa in considerazione il prossimo 22 aprile.

9.54 - Oggi vertice Lega Serie A - Nuova giornata di confronto, ovviamente in videoconferenza, per la Lega Serie A. I 20 club del massimo campionato cercheranno di arrivare a richieste univoche per quanto riguarda il taglio o la sospensione degli stipendi dei calciatori, la ripresa degli allenamenti, gli aiuti che chiederanno al governo per uscire fuori dalla crisi economiche. Tra i temi caldi, a tal proposito, anche defiscalizzazione e abrogazione del decreto dignità nella parte in cui vietata la pubblicità delle agenzie di scommesse.

00.25 - Marotta ai direttori sportivi: "Siamo chiamati tutti a un alto senso di responsabilità" - ''In un momento così difficile, costretti (giustamente) all'isolamento che ci comporta la lontananza fisica dal lavoro e in molti casi anche dagli affetti più cari, siamo chiamati tutti a un alto senso di responsabilità per far sì che si possa riprendere quanto prima una vita normale'': lo dice l'ad dell'Inter Beppe Marotta in una nota pubblicata sul sito di Adise di cui è presidente.

00.05 - In Francia l'obiettivo è chiudere la stagione entro il 15 luglio - “L’obiettivo prioritario è terminare la stagione entro il 30 giugno 2020 o eventualmente il 15 luglio”. A dichiararlo è il presidente della Federcalcio francese, Noel Le Graet, al termine della riunione d’urgenza convocato oggi e alla quale hanno partecipato i presidenti e i vice-presidenti delle società di Ligue 1 e Ligue.

MARTEDÌ 24 MARZO

22.53 - Milan, Maldini: "Io mio figlio stiamo bene" - Con un video diffuso sul proprio profilo Instagram, il Resposabile dell'Area Tecnica del Milan Paolo Maldini ha parlato delle condizioni sue e del figlio Daniel dopo la positività al COVID-19: "Con questo video volevo ringraziare tutte quelle persone che, attraverso i social e i messaggi, hanno fatto arrivare il loro amore e la loro preoccupazione per la salute mia e di mio figlio. Noi stiamo bene, dovremo riuscire a debellare questo virus nel giro di una settimana"

Sezione: Altre news / Data: Mar 24 Marzo 2020 alle 19:15
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print