L'allenatore Cesare Prandelli si è collegato ai microfoni di TMW Radio, intervenendo in diretta nel corso della trasmissione Stadio Aperto, condotta da Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini. Le sue riflessioni "Ho sempre detto che la Juventus non può impazzire in 24 ore, se gli hanno dato la panchina è per gli aspetti umani e caratteriale, tecnicamente ancora non è giudicabile. Conoscendolo, penso che anche Pirlo abbia valutato ogni aspetto prima di accettare, uno di questi è un campione del Mondo che sa quali tasti toccare con i grandi calciatori".

Piccini torna in Serie A.
"Giusto che abbia fatto esperienza, e confido nella capacità dell'Atalanta di trovare giocatori specifici nel ruolo in cui servono. E adatti all'allenatore. Per esempio la Fiorentina ha cinque-sei giocatori importanti a centrocampo e voglio vedere come si adatteranno al gioco di Iachini. Spero che li abbia richiesti tutti lui... Non è polemica ma considerazione da allenatore cui capitavano queste cose: servono i giocatori funzionali".

Cosa potrà fare Romero all'Atalanta?
"Mentalmente e fisicamente è forte, l'unica cosa è che quando parte non sa fermarsi, a volte serve temporeggiare. La scuola Atalanta però ha dimostrato che ogni difensore ha compiti precisi: marcatura, copertura o cercare l'anticipo. E su questo lui è molto forte".

Ora la sfida per la Dea sarà rimanere lassù.
"Lo si diceva anche due anni fa, ma arrivano sempre tra le prime quattro. Non sono più una sorpresa, ma la squadra da battere: hanno continuità e consapevolezza, chi arriva all'Atalanta sa che deve lavorare tanto fisicamente, magari all'inizio puoi fare fatica ma poi capisci quanto è importante il lato fisico in questo calcio".

Sezione: Altre news / Data: Mar 15 settembre 2020 alle 18:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print