L'Atalanta ha voglia di continuare a stupire. Quella che è considerata, al di fuori dell'Italia, la Cenerentola della Champions League ha tutta l'intenzione di restare fedele al proprio gioco e alla propria filosofia per provare a giocare lo scherzetto ai campioni di Francia del PSG. Sulla carta e a livello tecnico non ci sarebbe storia, ma i punti a favore della Dea non mancano. Su tutti, il fattore sorpresa e la voglia di stupire.

Come arriva alla Champions - Mentalmente, al meglio. La squadra di Gasperini ha chiuso alla grande il campionato, nonostante il ko contro l'Inter, piazzandosi al terzo posto davanti a quella Lazio che a lungo era stata indicata come contender della Juventus per lo Scudetto. Gasperini ha avuto tempo e modo per studiare il PSG e al netto delll'eventuale risultato finale siamo certi che la sua Atalanta saprà mettere in grande difficoltà Neymar e compagni. Per dirla alla Sarri, se il PSG vorrà arrivare in semifinale dovrà prima passare dal "dentista". Non gioca da 11 giorni (al momento della gara), ultima partita Atalanta-Inter 0-2

Assenze, dubbi e cessioni - Il primo e più importante dubbio riguarda ovviamente Josip Ilicic. Lo sloveno è alle prese con i noti problemi personali e sta cercando di recuperare in patria, praticamente impossibile la sua presenza per la gara col PSG. Gli altri acciaccati sono Pierluigi Gollini, reduce dal problema al ginocchio e da valutare giorno dopo giorno, e José Palomino che viaggia comunque spedito verso il rientro.

La possibile formazione - (3-4-1-2): Sportiello; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Gomez, Zapata

Sezione: Altre news / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 16:15
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print