La Roma punta a evitare la sconfitta per 3-0 a tavolino, molto probabile dopo l'errore tecnico legato alla presenza di Amadou Diawara in lista contro l'Hellas Verona. Il club giallorosso è pronto a presentare ricorso, una volta che arriverà la decisione degli organi competenti. Detto che l'errore c'è stato ed è abbastanza oggettivo, la Roma farà leva su più argomenti. Anzitutto, la buona fede: si è trattato di una dimenticanza e non di un tentativo di "furbata". Peraltro, nella lista over i capitolini hanno ben quattro posti liberi, ragion per cui l'inserimento di Diawara sarebbe stato ben possibile, senza alcun danno per il Verona. Da ultimo, alla Roma non sarebbe arrivato alcun messaggio di alert dal sistema della Lega Serie A nel momento di presentazione della lista. Di contro, il precedente legato alla sconfitta a tavolino del Sassuolo contro il Pescara: i neroverdi avevano schierato Antonino Ragusa, non inserito in lista per una svista, anche se il club emiliano ha sempre sostenuto che la modifica fu notificata alla Lega (ma il Collegio di garanzia, da ultimo, confermò il 3-0).

Roma, il segretario generale rassegna le dimissioni dopo il caso Diawara - Nel giorno in cui scoppia il caso legato alla partita col Verona, che la Roma rischia di perdere a tavolino per aver schierato Amadou Diawara, erroneamente inserito in lista under, il segretario generale giallorosso lascia il suo posto. Pantaleo Longo, secondo TMW, ha infatti rassegnato le dimissioni: arrivato insieme all'ex ds Petrachi dal Torino, ha deciso dopo questa vicenda di lasciare la società capitolina.

Sezione: Brevi / Data: Mar 22 settembre 2020 alle 06:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print