Tre punti importantissimi per il Milan, che sotto un caldo che ha condizionato non poco l'incontro piega la Roma nell'ultimo quarto d'ora. Vince e convince, perché dopo aver concesso la prima mezz'ora ai giallorossi è uscito alla distanza, dimostrandosi maggiormente in grado di gestire le energie.

ROMA RIVOLUZIONATA, MILAN INTATTO Rossoneri scesi in campo con lo stesso undici visto a Lecce sei giorni fa. Recupera anche Kjaer, che contro i salentini aveva dovuto abbandonare il campo prima della fine del primo tempo. La Roma, con due giorni di riposo in meno, al contrario cambia ben sei giocatori. Difesa stravolta col solo Smalling confermato. Spicca la presenza di Zappacosta, mai impiegato dal primo minuto: lo sfortunato terzino aveva giocato 12 minuti alla gara d'esordio contro la Roma prima di rompersi il crociato. Cristante in mezzo al campo, mentre Pellegrini è sulla trequarti con Kluivert.

DZEKO E CALHANOGLU, OCCASIONI PRINCIPALI - Proprio Pellegrini è il primo ammonito della partita, per un brutto intervento su Bennacer. Ammonito, salterà la partita del 2 luglio contro l'Udinese. Prima dell'episodio, avvenuto al 23', la Roma era stata più pericolosa prima con una conclusione di Mkhiratyan respinta da Donnarumma e poi per un colpo di testa di Dzeko da posizione ravvicinata, con pallone di poco a lato. Milan che difficilmente si rende pericoloso, se non dopo il cooling break della mezz'ora: Calhanoglu riceve col contagiri un pallone che colpisce di testa, mandando a lato. Il turco ci prova anche nel finale su punizione, impegnando Mirante.

REBIC LA SBLOCCA, CALHANOGLU LA CHIUDE - Il secondo tempo riprende il finale della prima frazione di gara, con il Milan ad avere il pallino del gioco. Mirante non deve compiere miracoli, ma i giallorossi raramente escono dalla loro metà campo. I cambi di Pioli danno qualcosa in più ai rossoneri, con Paqueta e Saelemaekers entrati subito bene in partita. Calhanoglu sfiora ancora il gol mentre Rebic fatica a rendersi pericoloso. E Pioli pensa a sostituirlo. Tuttavia il croato fa in tempo a sbloccare la partita, approfittando di un errato disimpegno di Zappacosta e dando vita a una concitata azione corale sul quale prima Mirante si oppone, poi è salvato dal palo, infine non può nulla sulla conclusione di potenza dell'attaccante. Fonseca prova a scuotere i suoi con i cambi, ma non basta: a tre minuti dalla fine Smalling sgambetta in area Theo Hernandez, bravo ad approfittare di un rimpallo sfortunato di Diawara. Dal dischetto Calhanoglu angola bene il pallone e Mirante nonostante intuisca non ci arriva: 2-0 e Milan al secondo successo in altrettante partite dal ritorno della Serie A. I sogni Champions della Roma si spengono e i giallorossi dovranno iniziare a guardarsi proprio ai rossoneri, distanti sei punti e con uno stato di forma e morale incoraggiante.

Mg Milano 28/06/2020 - campionato di calcio serie A / Milan-Roma / foto Matteo Gribaudi/Image Sport
nella foto: gol Ante Rebic
Mg Milano 28/06/2020 - campionato di calcio serie A / Milan-Roma / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: gol Ante Rebic © foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Sezione: Brevi / Data: Dom 28 giugno 2020 alle 19:20
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print