Annunciato esattamente sette giorni fa, Robinho è già stato sospeso dal Santos. Il motivo? Il processo in corso in Italia per una presunta violenza sessuale risalente al 2013 (quattro anni dopo, nel 2017, è stato condannato a nove anni di carcere dal Tribunale di Milano, ma la battaglia legale è in corso). A comunicarlo è il club brasiliano: "Santos e Robinho riferiscono che, di comune accordo, hanno deciso di sospendere la validità del contratto firmato il 10 ottobre scorso in modo che il giocatore possa concentrarsi esclusivamente sulla sua difesa nel processo che si svolge in Italia".

Sezione: Brevi / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 13:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print