Mino Raiola ha tuonato: “Donarrumma va lasciato in pace”. A margine dell’assemblea di Lega Serie A, il potente agente ha fermato così qualsiasi domanda sul futuro di Gianluigi Donnarumma e rimandato il discorso. Coi giornalisti, ma anche col Milan, che sogna lo scudetto e punta il ritorno in Champions League. Con il suo numero uno come certezza e al tempo stesso punto di domanda di un Diavolo che ha il suo miglior giocatore in scadenza di contratto a fine stagione. Come qualche anno fa, quando Gigio scelse di cuore e rimase in rossonero. Una scelta che resta nelle possibilità, ma si deve ancora entrare nella fase calda della trattativa: per ora la distanza tra domanda e offerta è alta, gli scenari aperti sono pressoché tutti. Il riferimento alla Champions non è casuale: oggi sembra quasi scontata per il Milan, è un passaggio cruciale per lo sviluppo del miglior portiere della sua generazione, finora fermo a zero presenze nell’Europa che conta. Inoltre, da quel tribolato rinnovo a oggi, Donnarumma non si è fermato. Anzi: ha continuato a crescere e migliorare, rimanendo sui radar dei più grandi club del Vecchio Continente.

Può essere il primo ballerino del gran valzer dei portieri. In estate si ballerà tra i pali, questo è certo. Non è sicuro lo faccia Donnarumma; nel caso, alle danze si unirebbe ben volentieri la Juventus, che non ha certo fretta di salutare Szczesny, ma per il polacco registra tanti interessamenti e per Gigio è sempre pronta a muoversi. Tra le grandi del nostro campionato, cambierà quasi la Roma: Pau Lopez si è infine ripreso il posto, non convince fino in fondo a Trigoria. Scenderà in pista l’Inter? Probabile, più che possibile, considerato quanto si è parlato di Samir Handanovic in questa stagione. Ci sarà la Lazio, che deve risolvere la grana legata al futuro e all’attuale panchina di Thomas Strakosha. E poi, a cascata, tutte le altre: il Napoli avrebbe una certezza in Meret, ma quest’ultimo piace parecchio proprio alla Roma. A Bergamo, Gollini è sui radar di tante big, ammesso e non concesso che non sia tale anche l’Atalanta. Cragno a Cagliari è uno dei pochi punti fermi di una stagione fin qui disgraziata, potrebbe prendere il volo. Come Silvestri, tra i migliori portieri del campionato a Verona. O Musso, baluardo dell'Udinese nel mirino, tra le altre dei nerazzurri di Milano. Ancora: Audero, spesso decisivo con la maglia della Sampdoria. I nomi sono tanti e di valore. Chi darà il via alle danze? Che si balli è quasi sicuro.

Torino 16/12/2020 - campionato di calcio serie A / Juventus-Atalanta / foto Image Sport
nella foto: Pierluigi Gollini
Torino 16/12/2020 - campionato di calcio serie A / Juventus-Atalanta / foto Image Sport nella foto: Pierluigi Gollini © foto di Image Sport
Sezione: Calciomercato / Data: Ven 12 febbraio 2021 alle 09:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print