(di Andrea Losapio per TMW) - Cinque vittorie nelle ultime sei partite, uno stallo che sembra oramai passato in secondo piano. L'Atalanta che vince contro lo Spezia ritorna a dare continuità ai risultati che erano arrivati prima della sconfitta contro l'Inter. Paradossalmente, rispetto alla sfida contro gli uomini di Antonio Conte, è evidente il passo indietro. Meno gioco, meno forza, meno corsa. L'Atalanta ha calato un tris che non era scontato - anche in virtù di quanto successo al Milan meno di un mese fa - e si rilancia in zona Champions League, dopo avere perso il quarto posto con il sorpasso della Roma.

L'Atalanta è una mina vagante in quella zona, perché se dovesse confermare quanto visto negli anni scorsi, il rischio è che la squadra di Gasperini ingrani la quarta - se non lo ha già fatto - e non perdere più, lasciando fuori varie squadre dalla sfida per il quarto posto. La Lazio ieri ha vinto, non senza grossi problemi, con il Crotone. Qualcuno fra Milan e Napoli perderà punti visto il big match di domenica sera, la Juventus ha una trasferta non così semplice con il rinato Cagliari di Semplici. In ogni caso la candidatura è abbastanza forte.

E poi c'è il Real Madrid. Con Pasalic che ha lanciato una frecciatina abbastanza chiara, dicendo che "spera di giocare in undici contro le merengues", cosa che non è stato possibile l'ultima volta. Basterà vincere a Valdebebas per, eventualmente, andare ai supplementari. Oppure passare il turno. Probabilmente la soluzione più semplice.

Sezione: Copertina / Data: Sab 13 marzo 2021 alle 11:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print