Ivan Juric, tecnico dell'Hellas, ha commentato a Sky Sport la vittoria per 2-0 ottenuta sul campo dell'Atalanta: "Siamo tutti felici, siamo stati bravi a reggere nel momento difficile e poi abbiamo fatto bene nella gestione della palla, soffrendo di meno. Il miglior Verona? No, è stata una bella prestazione ma contro il Sassuolo strameritavamo di vincere e abbiamo perso. Oggi siamo stati tosti. Veloso è entrato bene e ci ha dato calma nel palleggio. Gasperini? Ho imparato solo da lui, non ho avuto altri maestri. Mi piace Verona, qui non c'è ansia né pressione. Sono felice e si lavora bene, al momento non ho altre ambizioni".

Come si batte l'Atalanta?
"Bisogna avere coraggio per attaccare gli spazi. Ogni modulo porta vantaggi e svantaggi. Gasperini ha cambiato il calcio italiano in 3-4 anni. Trovo che spesso si manchi di rispetto nei suoi confronti: ha portato una squadra dalla zona retrocessione alla Champions e alla vittoria ad Anfield. Ci sono punti deboli, è impossibile essere perfetti ma è inimmaginabile fare quello che ha fatto lui. Dicevano che era un pazzo, gli hanno detto che doveva giocare in modo più difensivo a Liverpool, questo mi ha dato fastidio. A volte si parla troppo".

Juric è il valore aggiunto dell'Hellas?
"Siamo lontani dal livello espresso l'anno scorso. Avevamo un gioco migliore, dominavamo partite che quest'anno abbiamo portato a casa con maggiore fatica. Qui si lavora bene e il merito non è solo mio, ma della società e del clima di serenità. Ci troviamo bene".

Perché ha cambiato Danzi dopo pochi minuti?
"Non avevo difensori in panchina e pensavo che lui potesse contrastare efficacemente Gomez. In 10 minuti ha fatto fatica così ho messo Veloso arretrando la posizione di Tameze. Non ci sono problemi, ha capito subito e lo ho abbracciato. Lo so che non è facile ma l'ho fatto per il bene della squadra, dovevamo fare risultato".

Il Verona è la nuova Atalanta?
"Loro hanno costruito per anni, con un settore giovanile magnifico. Poi hanno fatto il salto di qualità con Gasperini. Il nostro è un contesto diverso: mi piacerebbe investire sui giovani, senza prestiti e creare una cosa duratura. Ora lavoriamo per salvarci e fare prestazioni come quella di stasera".

Sezione: Altre news / Data: Sab 28 novembre 2020 alle 23:43
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print