"Voglio precisare: la salvezza è il primo obiettivo. Cominciamo ad arrivare lì, poi vediamo il resto". Parole di Antonio Percassi, presidente dell’Atalanta: nonostante gli straordinari risultati negli ultimi anni, la compagine orobica deve assolutamente mantenere i piedi per terra. Durante l’inaugurazione del nuovo Atalanta Store il numero uno nerazzurro ha proseguito sulla solita strada, tracciata già nei mesi scorsi: il primo step riguarda i 40 punti, quota virtuale per poter arrivare alla salvezza. Il resto - come magari un risultato positivo nella sfida di Liverpool - verrà in automatico: nonostante tutto a Zingonia nessuno vuole alzare la famosa asticella.

NESSUN PROBLEMA - Lo 0-0 con lo Spezia non ha cancellato i soliti sorrisi, il periodo altalenante non preoccupa nessuno: d’altronde lo stesso Percassi ha sposato la teoria di Gian Piero Gasperini sugli impegni dei giocatori in nazionale, avere a disposizione per meno giorni tutti gli elementi della squadra porta a una sola conseguenza: si ha meno tempo per poter preparare le sfide nella maniera corretta. A ogni modo il contratto di Gasperini è già stato prolungato, le piccole battute d'arresto non hanno scalfito minimamente la fiducia tra le parti.

ESAMI UNIVERSITARI -Andiamo all'Università del calcio, si va per imparare e bisogna cercare di fare bella figura". Ritornano dunque gli esami per la Dea, dopo l’esperienza dello scorso anno e quel 5-0 subito a Bergamo proprio nella sfida d’andata contro il Liverpool. Servirà una prova da 30 e lode per poter strappare punti e sperare in qualcosa di più, ma d’altronde l’Atalanta sa già di aver fatto tanto. Prima la salvezza come obiettivo primario, poi si penserà al resto: per la laurea, dunque, c’è ancora tempo.

Sezione: Altre news / Data: Lun 23 novembre 2020 alle 10:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print