Già il Torino doveva farsi perdonare la sconfitta con il Sassuolo in più Rincon e Aina sono squalificati e Zaza è infortunato per cui si cercava di avere Ansaldi a disposizione almeno per la panchina, confidando di riuscire a fargli superare la distrazione di basso grado al gemello mediale destro.  Sarebbe bastato questo per essere in emergenza, ma oggi durante l’allenamento Baselli è uscito anzitempo per un fastidio muscolare da valutare nei prossimi giorni. Daniele era appena rientrato dalla distorsione al ginocchio per cui ci vorrà cautela ed è indicativa la specifica nel report medico “da valutare nei prossimi giorni” che quasi certamente vuole dire che non sarà a disposizione per sabato sera quando il Torino affronterà l’Atalanta. Anche per quel che riguarda Ansaldi non paiono esserci grandi possibilità visto che a tre giorni dalla partita sta ancora svolgendo “lavoro differenziato”.

A centrocampo Mazzarri avrà, quindi, gli uomini contati: in mezzo i soli Lukic e Meïté e sulle fasce De Silvestri e Laxalt. Se volesse avere un uomo in più in mezzo al campo dovrebbe arretrare sulla linea mediana Verdi o Berenguer oppure eventualmente piazzarvi Edera. Tutti e tre più Falque e Parigini potrebbero però essere utili anche per la fascia se servisse un cambio e si volesse mettere un uomo di spinta, altrimenti nel caso fosse più utile un intenditore potrebbe essere utilizzato Djidji o anche Izzo inserendo in difesa uno fra Lyanco, Bremer o Bonifazi. E poi chi sarà utilizzato a supporto di Belotti? In teoria se uno fra Verdi e Brenguer dovesse arretrare il suo raggio d’azione la scelta dovrebbe ricadere o su Falque, più esperto, oppure su Millico, più giovane, voglioso di mettersi in mostra e che non arrivando da lunghi infortuni sicuramente ha i novanta minuti nelle gambe. Volendo possono tornare utili anche Edera e Parigini.  

In chiave mercato sarà interessante vedere chi eventualmente sarà utilizzato da Mazzarri viso che in uscita ci sono Bonifazi, Falque, Parigini e Millico. E’ evidente che chi non sarà neppure utilizzato nei cambi è fuori dal progetto tecnico in particolare perché la sfida è con l’Atalanta che sarà pur incappata nel passo falso con la Spal ed è già stata battuta all’andata, ma che è al quinto posto e ha otto punti in più del Torino e in campionato in questa stagione non ha finora mai perso due partite di fila. Certo la squadra di Gasperino ha subito 28 gol come il Torino, però, ne ha fatti 50 ben 24 in più di quelli degli uomini di Mazzarri.

Sezione: Altre news / Data: Gio 23 Gennaio 2020 alle 09:00 / Fonte: torinogranata.it
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print