Tutto sul fattore Duvan. Gian Piero Gasperini si affida all'attaccante colombiano e alla classica legge dell'ex per cercare la quarta vittoria consecutiva: 3 gol in 3 partite, finalmente Zapata sembra aver recuperato completamente dall'infortunio che lo ha tenuto più di tre mesi fuori dal campo. Un fattore in più per questa volata finale, un giocatore indispensabile che quando sta bene fa sempre la differenza. Per maggiori informazioni chiedere ad un'altra ex squadra come l'Udinese.

Il lungo infortunio - Lo stop con la nazionale ha praticamente fermato un Zapata inarrestabile. Soltanto un problema fisico - con le dovute conseguenze psicofisiche che lo hanno tenuto lontano dal terreno di gioco per parecchio tempo - ha stoppato un giocatore che aveva iniziato nel migliore dei modi l'attuale stagione. La fisicità imponente aveva fatto tremare i pareri di tutti: riuscirà Duvan a tornare quello di prima? Dubbi leciti, ma smentiti immediatamente.

Ritorno da top player - Il 2020 è iniziato nel migliore dei modi: soltanto 3 partite senza esultare, poi il primo gol nell'anno nel 7-0 al Torino. In 13 partite sono arrivati 8 gol, 3 nelle prime 3 partite dopo il lockdown. Non solo reti, Gasperini gli chiede quel lavoro spalle alla porta funzionale al suo 3-4-1-2: quando ha iniziato a farlo con la Lazio la partita è cambiata in maniera radicale, anche nella sfida di Udine è stato decisivo con le varie sponde. Col Napoli, dunque, può diventare un fattore determinante: i difensori azzurri, visto il momento, dovranno fare molta attenzione: c'è ancora quota 20 (gol in stagione) da raggiungere.

Sezione: Calciomercato / Data: Gio 02 luglio 2020 alle 09:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print