L'Atalanta, pronta alla sua seconda stagione in Champions League, e prima in classifica dopo tre giornate in A, dopo il calciomercato si presenta alla griglia di partenza stagionale con 4 portieri. Sì, perchè il tanto richiesto Marco Carnesecchi è rimasto a Bergamo ed è proprio il nostro Editore, Lorenzo Casalino ai microfoni di TuttoAtalanta.com a svelarne dei particolari dettagli della sua permanenza in rosa con Gasperini: "Carnesecchi non si è mosso da Bergamo per un chiaro motivo: attualmente, se non ipoteticamente abbiamo dei tempi di recupero di Gollini che oscillano verso il rispettivo rientro a metà novembre, senza poi conoscere ad oggi le reali condizioni di reinserimento dell'estremo difensore. L'Atalanta, ad oggi, in piena lotta su tre fronti ad alti livelli non può permettersi di non aver un portiere pronto a qualsiasi emergenza, senza nulla togliere all'eventualità di un possibile infortunio di Marco Sportiello. Nella crescita del portiere della Nazionale U.21, era certo lecito considerare per lui ancora un anno da titolare in cadetteria in una squadra importante, lo voleva praticamente mezza Serie B - confida il Direttore Responsabile -, però gli obiettivi dell'Atalanta sono cambiati e la Società con tutto l'entourage di Gasperini hanno preferito, almeno fino a gennaio, trattenere a Zingonia sotto gli occhi del suo allenatore uno di quei giocatori che ha tutte le carte in regola per diventare, un giorno, il nuovo portiere dell'Atalanta". 

Sportiello, ha una buona chance per mettersi nuovamente in mostra e dare il suo contributo alla Dea. 
"Attenzione a Sportiello - spiega Lorenzo Casalino -, per un portiere è di vitale importanza la continuità di prestazione, una regolarità di minutaggio che Sportiello non ha mai avuto, dopo che è rientrato a Bergamo ma nonostante questo ha risposto presente, quando chiamato in causa. Il caso ha voluto poi che Sportiello disputasse poi le partite più importanti a livello storico e stagionale della Dea in Champions League. Sportiello, che la Nazionale maggiore aveva sfiorato in vista dell'Europeo 2016, quando ai tempi fu chiamato da Antonio Conte per lo Stage, ha ora la possibilità di poter prendere le misure alla porta di una Dea protagonista indiscussa del prossimo campionato e, Roberto Mancini, lo sta tenendo particolarmente d'occhio". 

E Gollini? 
"Gollini deve recuperare e non ci dimentichiamo affatto nè le sue doti nè tantomeno quanto ha inciso sulla stagione dei record dell'Atalanta, appena conclusasi. Certo è che Gasperini è un allenatore molto pratico e attento al rendimento, se Sportiello dovesse dimostrare mano e sicurezza tra i pali, non voglio di certo escludere che possa lasciare così per scontato la scena col rientro di Gollini dall'infortunio". 

Sportiello
Sportiello © foto di atalanta.it
Sezione: Esclusive TA / Data: Mar 06 ottobre 2020 alle 19:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print