Ai microfoni di Riccardo Mancini di DAZN, attraverso il suo proprio profilo ufficiale Instagram, nella sua speciale rubrica "B at home" è intervenuto Luca Vido, attaccante di proprietà dell'Atalanta, in prestito ora al Pisa in Serie B (5 presenze, 1 rete in stagione) 

Gasperini ti ha fatto debuttare in Serie A, come ricordi quel momento?
"E' stato sicuramente emozionante, ricordo che ero stato vicino ad entrare in corso di partita due o tre gare prima, però ci andai vicino. Invece, contro il Crotone (20 settembre 2017 - Atalanta-Crotone 5-1, ndr), sul punteggio già al sicuro, sono entrato. Mi sentivo a mio agio coi compagni, e confido di aver calciato due volte da fuori area, anche se sapevo che il mister non predilige questo, perchè desidera sempre arrivare alla conclusione con passaggi sui piedi su azione. Sicuramente la voglia di far gol e di dire la mia è stata alta". 

4 presenze in A in quella stagione 2017-2018
"Sicuramente avevo davanti giocatori importanti, tra cui Petagna in primis e poi Cornelius, però diciamo ero soddisfatto alla mia prima stagione in A, considerando che in meno di un anno avevo fatto un salto tra Primavera del Milan, serie B col Cittadella 

E il "Papu"? 
"Ho avuto fin da subito un buon rapporto. Mi ha dato sempre un sacco di consigli, io comunque ero entrato in punta di piedi nel gruppo e nella rosa dell'Atalanta. Alternativa a Gomez? Anche se siamo di statura diversa, ci sono dei punti in comune nel gioco rispettivo tra le linee. Ma era anche vero che era quasi praticamente impossibile giocare al suo posto, lui che è insostituibile - sorride -. Gomez è un riferimento per la squadra, anche se forse ho avuto più confidenza con Ilicic all'interno dello spogliatoio". 

Che giocatore è Ilicic?
"Straordinario, non ci sono altre parole per descriverlo". 

In quella stagione andasti poi di nuovo al Cittadella. 
"Ho chiuso gli ultimi sei mesi così, perchè sono un ragazzo che comunque vuole sentirsi giocatore e le possibilità di poter dire la mia in quell'Atalanta non erano affatto semplici". 

Te lo aspettavi questo boom dell'Atalanta?
"Questo è un gruppo formidabile, anche quando in certe situazioni di difficoltà sembravano spacciati dopo alcune sconfitte consecutive. Ora stiamo parlando di un incredibile progetto con giocatori che sono diventati ancora più forti, trascinati dall'onda degli eventi dove tutto è riuscito alla grande e poi sono ancora più bravi a confermarsi. Non me lo aspettavo che l'Atalanta arrivasse cosi lontano, non dimentichiamoci quando qualche anno fa si giocava la permanenza in categoria, ora si trova ai quarti di Champions League". 

E' una macchina da gol la squadra di Gasperini. 
"L'Atalanta ci ha abituato a score importanti: la cosa che più mi colpisce di questa formazione non è solo l'efficacia della gestione della palla in fase di possesso, ma soprattutto quando la va a recuperare". 

Idolo?
"Ibra - risponde subito Vido - Ho sempre stravisto per lui per personalità e per i suoi colpi balistici" 

Gol più bello?
"L'ho fatto contro il Perugia in questa stagione". 

Il futuro?
"Io lavoro ogni giorno per riuscire un giorno a tornare a dire la mia di nuovo in Serie A" 

VIDO A DAZN - TuttoAtalanta.com

VIDO A DAZN - TuttoAtalanta.com

Pubblicato da TuttoAtalanta.com su Domenica 3 maggio 2020
Sezione: Esclusive TA / Data: Lun 04 maggio 2020 alle 00:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print