Il Papu Gomez ha affermato che le gambe ancora non girano come si vorrebbe, ma la sensazione dopo le prime amichevoli smentisce ciò che è stato detto dal giocatore argentino. Il 4-1 contro il Norwich ha evidenziato la preparazione della compagine orobica, a livello fisico l’Atalanta corre e già esprime il gioco che vuole Gasperini. Verticalizzazioni, velocità di gioco e di pensiero, ma soprattutto intesa e qualità già negli ultimi giorni di luglio. Una situazione da non sottovalutare visto che siamo davanti ad una squadra che non deve affrontare turni preliminari nelle competizioni europee.

Migliore condizione fisica"Ho trovato i giocatori in una condizione migliore degli altri anni: si sono allenati davvero bene in vacanza, lo dicono gli indicatori fisici". Lo conferma anche Gian Piero Gasperini, la condizione fisica della compagine orobica è migliore di quella dello scorso anno. Un fattore da evidenziare, visto che la Dea, lo scorso anno, ha iniziato prima per via dei preliminari di Europa League: si corre bene, ma soprattutto meglio rispetto ad un campionato iniziato prima. Visti gli impegni potrebbe essere un fattore determinante.

L’importanza delle amichevoli - Negli ultimi anni Gasperini ha sempre inserito molte amichevoli in calendario, proprio per poter trovare sin da subito il ritmo partita. I test match di lusso erano stati programmati anche nelle passate stagioni, ma una tournée in Inghilterra con squadre avanti nella preparazione può fare la differenza sotto questo punto di vista.

Corsa e qualità - La squadra si è allenata bene durante le vacanze, ma inevitabilmente è cambiato qualcosa nella preparazione. Doppia seduta durante il ritiro di Clusone, un allenamento alle 9:00 e uno alle 17:00, in modo tale da poter recuperare al meglio. Senza dimenticare la partitella in famiglia al termine del match contro il Renate. Segnali positivi, che oltre a migliorare il fiato possono portare tanto entusiasmo in una stagione davvero impegnativa.

Sezione: Copertina / Data: Gio 1 Agosto 2019 alle 10:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print