FORMAZIONI - Il Sassuolo schiera il solito 4-2-3-1 con Caputo come unico riferimento offensivo, supportato da Berardi, Djuricic e Haraslin. Niente match per Marlon, in trattativa con il Fulham. Di Francesco, in attesa di Godin, manda in campo Walukiewicz e Klavan al centro della difesa. Tre attaccanti per i rossoblù, con Joao Pedro e Nandez in aiuto a Simeone.

MONOLOGO NEROVERDE - I primi 10’ sono tutti del Sassuolo: la squadra di De Zerbi parte col piede premuto sull’acceleratore e il primo brivido per il Cagliari arriva dopo 55’’: Locatelli spara dal limite, palla deviata in corner. L’occasione d’oro capita a Berardi dopo qualche minuto: destro al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo, conclusione a fil di palo che spaventa Cragno. I padroni di casa lanciano segnali chiari, i sardi devono fare attenzione.

TANTI TIRI, NESSUN GOL - Il Sassuolo prova ad alzare il ritmo e inizia a tirare verso la porta con costanza, ma i sardi si difendono in qualsiasi modo. Ancora una volta viene esaltato probabilmente uno dei difetti di questa squadra: mole di gioco spaventosa, ma bassa concretizzazione. Joao Pedro al 36’ prova a sorprendere Consigli, ma il suo tiro è debole e centrale. La doppia occasione capita invece a Simeone: il Cholito ci prova di testa, ma in entrambi i casi non trova lo specchio della porta.

RITMI BASSI NELLA RIPRESA - La velocità ovviamente diminuisce. Nella ripresa i neroverdi iniziano a soffrire e i crampi dovuti ai ritmi infernali nel primo tempo iniziano a pesare. Al 50’ Nandez prova la conclusione, Consigli si oppone. Al 65’ doppia occasione anche per Ciccio Caputo, ma il numero 9 non riesce a trovare lo specchio della porta difesa da Cragno.

CAMBI DECISIVI - La prima mossa azzeccata la fa Eusebio Di Francesco: Nandez viene abbassato nel suo ruolo naturale, Sottil viene messo sulla corsia destra e il Cagliari inizia a giocare in modo completamente differente, sfruttando soprattutto il calo fisico dei padroni di casa. Joao Pedro si accende nel momento adatto e al 77’ - dopo una percussione dello stesso Nandez -, pennella un cross al bacio per Simeone che inseritosi con i tempi giusti non sbaglia. All’87’ ci pensa però Bourabia a trovare il gol del pareggio: calcio di punizione perfetto dai 28 metri circa, conclusione imparabile per Cragno. La squadra di De Zerbi ci prova nei 5' di recupero, ma arriva il triplice fischio: 1-1, un punto a testa e tante buone indicazioni per i due tecnici.

Db Reggio Emilia 20/09/2020 - campionato di calcio serie A / Sassuolo-Cagliari / foto Daniele Buffa/Image Sport
nella foto: Eusebio Di Francesco
Db Reggio Emilia 20/09/2020 - campionato di calcio serie A / Sassuolo-Cagliari / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Eusebio Di Francesco © foto di Daniele Buffa/Image Sport
Sezione: Serie A / Data: Dom 20 settembre 2020 alle 20:04
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print