La fede al tempo del Coronavirus. Come tutte le componenti della quotidianeità delle persone, anche il modo di professare il cattolicesimo, religione che abbraccia la maggior parte dei cittadini italiani, è cambiato radicalmente. Anche la Pasqua, ormai alle porte, sarà decisamente diversa dal solito per ordine di un decreto vaticano a cui dovranno rispondere tutti, a cominciare ovviamente dal Papa. Francesco ha annullato le processioni, non ci sarà la lavanda dei piedi né la consueta Via Crucis al Colosseo. I riti liturgici saranno a porte chiuse, evitando concelebrazione e omettendo lo scambio della pace. Una serie di accortezze necessarie in un momento delicato come questo, anche quando si parla di Messe e celebrazioni religiose. A riportarlo è Il Corriere della Sera.

Sezione: Altre news / Data: Gio 26 Marzo 2020 alle 11:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print