"Parliamo di questa partita, ritornare indietro non va bene". Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Midtjylland: "Abbiamo perso una gara, è un motivo in più per giocare meglio. Ci capita di vincere e di perdere le partite, mettiamo il punto e pensiamo alla prossima senza fare troppi giri".

Come ha visto la squadra?
"L'approccio? Lo vedremo domani. Abbiamo avuto domenica, lunedì e martedì per prepararci a questa gara. Non è mai banale, incontri squadre che hanno vinto il loro campionato e che sono abituate a vincere, lo fanno anche in Europa con una buona condizione e una buona qualità. Le partite in Champions non sono mai scontate".

Rispetto a un anno fa l'Atalanta è più preparata?
"Rispetto all'esordio di Zagabria abbiamo fatto dei passi in avanti, sappiamo che è una competizione dove il livello dell'intensità è molto alto. Sotto questo aspetto non ci saranno novità, arriveremo più attenti e sapendo che la partita sul campo andrà giocata al meglio per portare a casa il risultato".

Quello che pensano gli altri di questa squadra può essere un vantaggio o uno svantaggio?
"A questo livello le squadre si conoscono bene, ci sono mezzi per poter conoscere tutto quello che è necessario dell'avversario. Ognuno ha le sue caratteristiche, nella Champions non ci sono sorprese".

Dopo il sorteggio avete pensato alla partita contro il Copenaghen?
"Il percorso è fatto di qualche buca e di qualche sconfitta, poi abbiamo trovato la forza di migliorarci. O vinciamo o impariamo, non perdiamo mai. Vale sempre. Nessuno di noi pensa di avere un percorso sempre positivo, l'importante è ripartire nel modo migliore".

Quali sono i punti forti e i punti deboli del Midtjylland?
"È una squadra organizzata, che pressa molto. Ha alcuni giocatori di valore che gli hanno permesso di vincere il campionato, la Danimarca poi ha una nazionale molto forte. Gli attaccanti sono quelli più pericolosi, il primo obiettivo sarà quello di limitare la loro pericolosità, poi cercheremo di mettere in campo le nostri armi per poter vincere la partita".

Ilicic?
"È stato fermo parecchio, ora è a un buon livello ma giocando può alzare la sua condizione. È un giocatore ormai recuperato".

Quanto conoscete il Midtjylland?
"Abbiamo visto tutte le partite di campionato e della Champions League, penso che abbiamo una buona conoscenza dei nostri avversari".

Come commenta il periodo e quanto sta accadendo per via della pandemia?
"Non è un torneo che si sta svolgendo come vorremmo. Tutte le squadre stanno cercando di andare avanti, io sono tra quelli che vogliono continuare a giocare. Vorrei anche la gente allo stadio, ma non lo decido io: quando sconfiggere

atalanta.it
Sezione: Altre news / Data: Mer 21 ottobre 2020 alle 09:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print