Partita già virtualmente chiusa al Gewiss Stadium, dove l'Atalanta ha calato il poker in mezz'ora sul Brescia, ipotecando quindi la vittoria. Per gli uomini di Diego Lopez è notte fonda.
Bastano novanta secondi a Pasalic per sbloccare la contesa, trovare il terzo gol in due partite nel derby. L'imbucata di Malinovskyi è bellissima, Chancellor è in ritardo, il croato si infila e batte Andrenacci. Il Brescia però non demorde, soprattutto con un indomito Torregrossa che scappa a Caldara e, davanti a Sportiello, gli calcia addosso. Ancora il centravanti saccheggia il difensore centrale atalantino e stavolta insacca l'1-1, all'ottavo minuto.

La Leonessa sembra attutire il colpo bene, riuscendo a organizzarsi sulle avanzate dell'Atalanta, sicuramente più tecnica. Però quando c'è spazio per Gosens è il peccato originale: uno-due con Zapata, il tedesco centra per de Roon che, al volo e di esterno destro, spedisce sul palo più lontano dove Andrenacci non può arrivare. Poco dopo è Malinovskyi, dai trenta metri, a sparare all'angolino per il 3-1. In un attimo è ancora Gosens a ricevere da Malinovskyi e centrare per Zapata che, di testa, manda sul 4-1. Sembra una partitella del giovedì per la facilità dell'Atalanta di entrare nella difesa del Brescia.

Sezione: Altre news / Data: Mar 14 luglio 2020 alle 22:34
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print