Riti vudù e qualche riferimento non troppo garbato alle madri. Inter-Milan di martedì sera sarà ricordata più per lo scontro tra titani che ha visto protagonisti Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic che per il risultato. Nel day-after, le parole grosse volate tra i due centravanti hanno diviso l'opinione pubblica in maniera abbastanza netta. Detto che l'attaccante svedese ha subito preso le distanze da chi cercava di riportare le sue frasi dentro il mare magnum del razzismo e il difficile confine con quel che non è discriminatorio, e che non sembrano esservi elementi perché il giudice sportivo intervenga attraverso la prova tv, c'è chi ha giudicato la vicenda una normale situazione di campo, magari portata al limite, e chi invece ha decisamente criticato i due campioni per un comportamento non adatto a una platea di così alto livello. Così Bruno Cirillo, protagonista di uno storico confronto con Materazzi, spiega: "Non un bell'esempio, ma può capitare". Tutto normale per un ex difensore ruvido come Claudio Gentile ("Normali cose di calcio"), mentre Giuseppe Bruscolotti è del parere opposto: "Brutto per i bimbi".

Sezione: Brevi / Data: Gio 28 gennaio 2021 alle 06:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print