Una sorpresa nelle tante sorprese del bel Verona di Juric: talento brianzolo dell’Atalanta, dopo la gavetta nelle serie minori e i pochi gettoni nella scorsa stagione a Bergamo, Matteo Pessina è sbocciato all’Hellas. E immaginarlo ancora a tinte gialloblù è piuttosto difficile: il riscatto, viste le prestazioni e il costo non elevatissimo (4,5 milioni per un 23enne), tanto più se gli scaligeri dovessero qualificarsi all’Europa League, non sarebbe un problema. Il punto è che poi alla Dea basterebbero appena 500 mila euro in più per controriscattarlo. E viste le sue prestazioni è francamente improbabile che gli orobici non decidano di esercitare questo loro diritto: un incursore ormai maturo Pessina sarebbe perfetto nello schieramento di Gasperini. O altrimenti, con tante big alla finestra (a partire dal Napoli), rappresenterebbe sin da subito l’occasione per una buona plusvalenza, pur con la tara del generale abbassamento dei prezzi dovuto alla crisi Covid. In sostanza: altre 13 partite per spingere in alto il Verona. Poi, salvo sorprese vere e proprie, si torna alla base, per restare o ripartire.

Età: 23 anni
Posizione: centrocampista centrale
All’Hellas Verona da: agosto 2019
In prestito da: Atalanta
Riscatto fissato a: 4,5 milioni (controriscatto a 5)
Quanto ha giocato in questa stagione: 24 partite in Serie A (1.715’)
I suoi numeri in stagione: 3 gol in Serie A

Sezione: Calciomercato / Data: Ven 05 giugno 2020 alle 12:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print