Il centrocampista del Midtjylland Evander non potrà viaggiare per l'Italia per la sfida di Champions League tra i danesi e l'Atalanta. A comunicarlo è stato lo stesso club sul proprio sito ufficiale, spiegando che nonostante la UEFA avesse dato l'ok la legge italiana, con l'ultimo dpcm, gli vieta l'ingresso, visto che il giocatore era risultato positivo al Coronavirus e non potrà presentare un test valido per entrare nel nostro Paese.

Questo il testo del dpcm:

"Al fine di consentire il regolare svolgimento delle competizioni sportive che prevedono la partecipazione di atleti, tecnici, giudici e commissari di gara, e accompagnatori provenienti da Paesi per i quali l’ingresso in Italia è vietato o per i quali è prevista la quarantena, questi ultimi, prima dell’ingresso in Italia, devono avere effettuato un test molecolare o antigenico per verificare lo stato di salute, il cui esito deve essere indicato nella dichiarazione di cui all’articolo 7, comma 1, e verificato dal vettore ai sensi dell’articolo 9".

"Tale test non deve essere antecedente a 72 ore dall’arrivo in Italia e i soggetti interessati, per essere autorizzati all’ingresso in Italia, devono essere in possesso dell’esito che ne certifichi la negatività e riporti i dati anagrafici della persona sottoposta al test per gli eventuali controlli. In caso di esito negativo del tampone i soggetti interessati sono autorizzati a prendere parte alla competizione sportiva internazionale sul territorio italiano, in conformità con lo specifico protocollo adottato dall’ente sportivo organizzatore dell’evento".

Sezione: Champions League / Data: Lun 30 novembre 2020 alle 21:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print