Szczesny 6.5: sullo 0-0 è decisivo a più riprese. Quando serve c'è, in ogni tipo di situazione. Certezza.

Cuadrado 6.5: soffre molto più del solito, faticando anche a portare su la squadra. Ha l'attenuante di essere lasciato troppo speso da solo, senza protezione o soluzioni. Nell'occasione in cui ha spazio, però, non si fa pregare e apparecchia per il 2-1. Con tempismo e intelligenza.

Bonucci 6.5: sbaglia pochissimo, costruendo, con De Ligt, un muro che si oppone all'ondata nerazzurra.

De Ligt 7: il migliore della Juve. Mura tutti i tentativi atalantini e si rende protagonista di tante chiusure su palloni pericolosi in arrivo dalle corsie. Divora tutti gli avversari che transitano nella sua zona.

De Sciglio 6.5: molto attento in fase difensiva, vive un bel duello con Hateboer. 

Khedira 5: oltre a essere sfortunato protagonista del rigore per l'Atalanta, non dà mai una mano a Cuadrado sulla destra e rallenta spesso il giro palla bianconero (70' Emre Can 6.5: ventata di energia in campo. Libera dai pesi Cuadrado, accompagna bene le azioni. Spirito giusto)

Pjanic 5.5: in difficoltà sotto la pressione atalantina, lavora per la squadra con meno precisione del solito.

Bentancur 6: recupera tanti palloni, facendo il lavoro sporco, ma è efficace solo a tratti quando c'è da attaccare e impostare (58' Douglas Costa 6.5: non è devastante o arrembante, ma bastano la sua presenza e il suo approccio a mettere in crisi l'Atalanta e risvegliare la Juve)

Bernardeschi 5: un gran salvataggio all'altezza del dischetto del rigore resta la cosa migliore della sua partita. Con il pallone tra i piedi sbaglia, però, praticamente tutto (26' Ramsey 6: combatte. Non precisissimo, ma porta quello di cui c'è bisogno)

Dybala 7: nel primo tempo l'unico a dare l'impressione di poter accendere la luce. Quando trova intorno a lui Douglas con cui parlare la stessa lingua si scioglie ulteriormente. Lavora bene sia sull'1-1 che sul 2-1, poi si mette in proprio e chiude la partita.

Higuain 7.5: gran movimento, fa ammonire due avversari, sacrificandosi per tutta la partita. Quando trova supporto intorno a lui sale di tono, pareggia con un po' di fortuna e risponde presente all'appuntamento con il gol del 2-1. Poi, come se non bastasse, lavora divinamente il pallone che diventa del 3-1.

All. Sarri 6.5: non una bellissima Juve, ma vince. I cambi capovolgono squadra e partita

Sezione: Il Pagellone / Data: Sab 23 Novembre 2019 alle 17:16 / Fonte: tuttojuve.com
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print