Lascia Ilicic a sedere e schiera insieme le due prime punte colombiane Muriel-Zapata. La sua presenza in panchina dura però appena 26 minuti: il nervosismo a causa del rigore (a suo avviso solare) non fischiato su Pessina gli costa qualche parola di troppo verso Di Bello, che finisce per cacciarlo. Gian Piero Gasperini va così in tribuna e subentra Gritti, ma la macchina è talmente ben oliata che viaggia di fatto col pilota automatico, consentendo una leggerezza che in altre circostanze avrebbe rischiato di avere un'incidenza diversa. Al triplice fischio finale l'Atalanta incassa ancora una volta vittoria e tre punti, ed è questo ciò che conta di più. "Non fa la partita, la domina, con la testa, con le idee", è non a caso la celebrazione dedicata al tecnico nerazzurro dal Corriere dello Sport odierno. "Il suo lavoro si è visto alla distanza: squadra preparata bene, lui meno alle scelte di Di Bello. E sbotta, rosso di rabbia", è invece il focus de La Gazzetta dello Sport sulla sua espulsione. Che non cambia però la pioggia di 7 e 8 in pagella.

TuttoAtalanta.com: 7,5
TMW: 7
La Gazzetta dello Sport: 6,5
Corriere dello Sport: 8
Tuttosport: 7
L'Eco di Bergamo: 7

Sezione: Il Pagellone / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 12:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print