Sportiello 6 - Non ha molto lavoro da compiere, ma quando spiovono i palloni in area non si fa mai sorprendere. Bene su Nandez, resta sempre focalizzato sul match.

Djimsiti 6,5 - Alla fine l’unica occasione pericolosa è arrivata dal colpo di testa nel primo tempo. Quando Romero si sgancia si piazza anche al centro e gestisce la manovra.

Romero 6 - Joao Pedro si muove dalle sue parti, lui lo tallona e lo lascia girare soltanto in qualche occasione. Meno brillante rispetto al solito, ma porta a casa la sufficienza.

Palomino 6 - Non bada moltissimo alla forma, ma pensa più alla sostanza. Calcia via tutto quello che gli capita a tiro, alla fine si guadagna la giornata.

Sutalo 6 - Non accelera molto sulla corsia destra, ma nella ripresa salva tutto con un intervento all’ultimo momento su Joao Pedro. (Dal 62’ Maehle 6 - È un esterno fatto e finito, si vede sin dai primi palloni toccati. Come al solito entra nelle poche occasioni pericolose).

Pessina 5,5 - Partita complessa sotto molti punti di vista, soprattutto se arrivi da una prestazione super in coppa Italia. Tanta corsa, poca resa. (Dal 46’ De Roon 6 - L’equilibratore della squadra dà maggiore stabilità tra le linee, ma la situazione non è affatto semplice).

Freuler 5,5 - Gli manca un bel po’ di lucidità e si vede. Perde un bel po’ di palloni, ma soprattutto il tempo di gioco.

Gosens 6 - Si vede in entrambe le fasi, ma punge meno rispetto al solito. Nel secondo tempo è più propositivo, Godin si piazza tra lui e il settimo gol in campionato.

Pasalic 5,5 - Non gioca da titolare da parecchio tempo e si vede. L’impegno non manca, la condizione fisica sì. (Dal 46’ Miranchuk 6 - Fa parecchia fatica, soprattutto in mezzo al campo. Nel finale non può andarci così leggero, anche con la posizione irregolare).

Ilicic 5,5 - Prova sempre la giocata per scardinare la difesa, ma sbaglia tempi e modi. Poco concreto, si innervosisce inutilmente. Gasperini lo cambia subito dopo il giallo, proprio per evitare guai peggiori. (Dal 69’ Muriel 8 - Meraviglioso. Ormai gioca 30' minuti e riesce sempre ad essere decisivo. Il gol si commenta da solo).

Zapata 6 - Avrà pure determinate caratteristiche, ma spesso rallenta il gioco degli orobici. Fa parecchio fatica con la difesa schierata, non impensierisce mai Cragno. (Dall’ 85’ Malinovskyi s.v.).

Gian Piero Gasperini 6,5 - Non ama i cambi, ma alla fine la vince proprio con la gestione delle sostituzioni. Fa il suo gioco e non cambia nulla, alla fine la risolve Muriel e torna a vincere anche in campionato.

Sezione: Il Pagellone / Data: Dom 14 febbraio 2021 alle 18:00 / Fonte: TMW
Autore: Red. TuttoAtalanta.com
Vedi letture
Print