Finisce 4-1 la partita delle ore 15 tra Genoa e Crotone. Succede quasi tutto nel primo tempo, con il Grifone che apre le danze grazie a Destro e Pandev, arrotondando poi grazie ai nuovi acquisti Zappacosta e Pjaca dopo che i calabresi avevano accorciato con il gol di Riviere.

Tante facce nuove nelle due formazioni - Sia Genoa che Crotone hanno attinto al calciomercato, e questo si riflette anche nelle scelte di formazione prese dai due allenatori. Due moduli speculari (3-5-2 che diventano 3-4-1-2 in fase d'attacco) con numerosi volti all'esordio: Maran schiera subito Badelj, Zappacosta e Zajc, mentre Stroppa sceglie i nuovi acquisti Magallan, Cigarini e Riviere dal 1'.

Il primo tempo è sinonimo di spettacolo - Grande qualità nella prima frazione di Marassi, che sorride però più che altro al Genoa. Partenza lampo della squadra di caso, che in dieci minuti raggiunge un doppio vantaggio probabilmente inatteso: è Destro ad aprire le danze sul tabellino con una zampata da rapace, prima del soffice pallonetto griffato Pandev. Il denominatore comune è la difficoltà del Crotone a difendere, e se non ci fosse la traversa, Destro avrebbe pure trovato un gran gol da fuori. Riviere riapre la contesa con una rete di rapina, prima che Simy però mandi sul palo il possibile colpo di testa del 3-2. In mezzo, varie ammonizioni: all'intervallo è dunque più due Grifone.

Inizio di ripresa a fuoco lento - Il Genoa negli spogliatoi razionalizza la situazione di doppio vantaggio e le intenzioni per il secondo tempo appaiono chiare sin da subito: raffreddare i bollenti spiriti calabresi e gestire il più due. Il ritmo del match cala dunque sensibilmente, viste anche le difficoltà del Crotone ad invertire la tendenza. Fino a venti dal novantesimo, poco più.

Entra Pjaca e dà altro gas al Genoa - È infatti a quel punto che entra in campo Pjaca, altro arrivo last-minute del movimentato calciomercato genoano. L'attaccante di proprietà della Juventus scalda il motore, e impiega appena sei minuti per iscriversi alla festa del debutto, con il gol che significa 4-1 e sipario calato con un quarto d'ora d'anticipo. Il Genoa di Maran, con i suoi nuovi acquisti immediatamente protagonisti, comincia al meglio la sua Serie A.

GENOA-CROTONE 4-1 

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Goldaniga, Zapata; Ghiglione, Lerager (86′ Melegoni), Badelj (68′ Radovanovic), Zajc (76′ Behrami), Zappacosta (76′ Czyborra); Destro, Pandev (68′ Pjaca). Allenatore: Maran

Crotone (3-4-1-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Golemic; Molina, Cigarini (86′ Golmet), Zanellato (58′ Zanellato), Mazzotta (46′ Rispoli); Messias; Rivière (58′ Kargbo), Simy (89′ Dragus). Allenatore: Stroppa

Arbitro: Ayroldi

Marcatori: 7′ Destro (G), 9′ Pandev (G), 28′ Riviere (C), 34' Zappacosta (G), 75′ Pjaca (G)

Ammoniti: Molina, Mazzotta (C), Zappacosta, Pandev, Ghiglione, Badelj (G)

Mg Genova 20/09/2020 - campionato di calcio serie A / Genoa-Crotone / foto Matteo Gribaudi/Image Sport
nella foto: esultanza gol Marko Pjaca
Mg Genova 20/09/2020 - campionato di calcio serie A / Genoa-Crotone / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Marko Pjaca © foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Sezione: Serie A / Data: Dom 20 settembre 2020 alle 16:57
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print