La Serie A sapeva del progetto Superlega da metà febbraio. È questa la notizia lanciata nelle ultime ore da Il Sole 24 Ore: secondo il quotidiano economico, il tema sarebbe stato trattato in consiglio di Lega Serie A al quale avrebbero partecipato, oltre al presidente Dal Pino e l’ad De Siervo, i consiglieri con diritto di voto Giulini (Cagliari), Percassi (Atalanta), Scaroni (Milan) e Setti (Hellas Verona), ma anche quelli senza diritto di voto in quanto consiglieri federali, cioè Lotito (Lazio) e Marotta (Inter).

15 squadre, 3,5 miliardi. In quella riunione, il cui verbale Il Sole 24 Ore riporta di avere visionato, l’Head of Competitions di Serie A, Andrea Butti, avrebbe illustrato un progetto molto simile a quello poi annunciato: 15 squadre tra cui distribuire 3,5 miliardi di euro. La competizione sarebbe andata in contrasto con la SuperChampions della UEFA, alla quale però le leghe inglese, spagnola e tedesca sarebbero state propensi a partecipare per evitare scontri con Nyon. Uno scenario che ovviamente cambia le carte in tavola, viste le polemiche arrivate da tante società di Serie A, tra cui almeno alcune sarebbero però a questo punto state a conoscenza del progetto Superlega.

Sezione: #SuperLega / Data: Mer 05 maggio 2021 alle 07:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print