O si vince o si impara. L'Atalanta deve però voltare pagina dopo il ko contro il Verona e pensare subito alla Champions League: al Gewiss Stadium arriva il Midtjylland, battuto 4-0 all'andata. Sarà una partita importante per i nerazzurri, ma non decisiva per la qualificazione: l'obiettivo resta la vittoria, indipendentemente dall'altro risultato. Dopo il match tra Liverpool e Ajax il quadro sarà più chiaro e la compagine orobica capirà meglio se avrà uno o due risultati utili per poter tentare il passaggio del turno. Calcoli a parte, serve un successo anche per poter avere maggiore fiducia in campionato e cancellare un periodo altalenante.

COME ARRIVA L'ATALANTA - Il 2-0 interno con l'Hellas ha frenato gli entusiasmi, la situazione in Champions è completamente differente. I nerazzurri possono ancora passare al turno successivo e addirittura vincere il girone. Il tutto però passa dal match di questa sera, soltanto una vittoria potrà permettere alla compagine orobica di affrontare serenamente la sfida di Amsterdam. Cinque assenti dalla lista dei convocati: Miranchuk, Malinovskyi, Pasalic, Gollini e Caldara non saranno a disposizione di mister Gasperini.

Scelte quasi obbligate nel reparto arretrato: Sportiello andrà tra i pali, mentre in difesa spazio al trio composto da Toloi, Romero e Djimsiti. In mezzo al campo
De Roon e Freuler - con Pessina come alternativa -, mentre sugli esterni Hateboer e Gosens sono favoriti per partire dal primo minuto. In attacco le solite tre maglie per quattro giocatori: Muriel è l'indiziato numero uno per partire titolare insieme a Gomez e Zapata, con Ilicic a riposo in vista della sfida di Udine.

COME ARRIVA IL MIDTJYLLAND - I danesi sono fuori da ogni obiettivo, ma cercheranno di onorare al meglio l'impegno. Zero punti ottenuti, due gol fatti e 11 subiti: la prima partecipazione alla Champions League non è andata di certo nel migliore dei modi. Diverse assenze per Priske, non ci saranno Evander, Cajuste e Sviatchenko: in dubbio anche Pione Sisto, accanto a Kaba agiranno molto probabilmente Mabil e Dreyer. In mediana spazio a Onyeka, Madsen e Anderson. In difesa spazio a Cools, Scholz, Hoeg e Paulinho, con Hansen tra i pali. Pochi obiettivi per gli ospiti, tra cui quello di evitare un'altra imbarcata.

Sezione: Altre news / Data: Mar 01 dicembre 2020 alle 07:24
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print